Strumenti personali

REMEDIO

REgenerating mixed-use MED urban communities congested by traffic through Innovative low carbon mobility sOlutions

Riqualificazione di comunità urbane congestionate dal traffico attraverso soluzioni per la mobilità a basso tenore di carbonio

Il progetto in breve           logo REMEDIORemedio infografica

Area tematica

mobilità urbana ed inquinamento

Programma di riferimento

MED – Asse Prioritario 2: Favorire le strategie a basse emissioni di carbonio e l’efficienza energetica nei territori MED http://interreg-med.eu/en/home/

Il programma transnazionale MED 2014-2020 è uno degli strumenti dell’Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea che contribuiscono all’attuazione della politica di coesione europea attraverso il sostegno allo scambio di esperienze, conoscenze ed il miglioramento delle politiche tra autorità pubbliche nazionali, regionali e locali ed altri attori dell’area eleggibile MED.
In particolare l’asse 2 mira a:

  • sostenere l’efficienza energetica, la gestione intelligente dell’energia,l’uso dell’energia rinnovabile nelle infrastrutture pubbliche, compresi gli edifici, e nel settore dell’edilizia abitativa
  • promuovere strategie per un basso consumo di carbonio in tutti i territori, in particolare nelle aree urbane, compresa la promozione di una mobilità urbana multimodale sostenibile e misure di adattamento ai cambiamenti climatici
Periodo di realizzazione

Novembre 2016 – Aprile 2019

Obiettivi

Il Progetto REMEDIO persegue l’obiettivo di rafforzare la capacità delle città di utilizzare sistemi di trasporto a basso contenuto di carbonio per i propri piani di mobilità, attraverso un percorso operativo che prevede l’applicazione di uno strumento modellistico integrato di valutazione e un approccio partecipato alla riprogettazione dell’area urbana, replicabile in altre realtà urbane mediterranee di diverse dimensioni.

REMEDIO, in particolare, affronta la sfida delle strade orbitali dei centri urbani che, un tempo funzionali tangenziali, con l’espandersi della zona urbanizzata e con lo sviluppo delle attività commerciali e produttive, sono divenute arterie stradali non efficienti, spesso con problemi di conflittualità e di coesistenza tra attività commerciali, industriali e residenziali. Per queste strade congestionate, REMEDIO propone un approccio partecipato al ripensamento della strada medesima perché possa essere riprogettata e gestita come fosse un "condominio orizzontale".

REMEDIO implementa e testa alcune soluzioni di mobilità sostenibile in quattro aree pilota di altrettanti paesi di area MED: Loures (Portogallo), Treviso (Italia) , Spalato (Croazia) e Salonicco (Grecia), dove partner territoriali (amministrazioni comunali o enti gestori dei servizi di mobilità) sono affiancati da partner tecnico-scientifici (Università), compresa l’Università di Siviglia.
I principali risultati previsti dal progetto sono:

  1. realizzazione di uno strumento modellistico integrato per la valutazione delle performance di azioni di mobilità a basse emissioni di carbonio e applicazione nelle quattro aree test
  2. costruzione di un percorso di governance partecipata, come il modello del “condominio orizzontale”, che promuova l’applicazione di azioni e piani di mobilità a basso contenuto di carbonio coinvolgendo attivamente i cittadini, le imprese e gli altri attori locali
  3. realizzazione di interventi di piccola scala come azioni pilota dimostrative per promuovere la mobilità urbana a basse emissioni di carbonio (rinnovo urbano a Loures, bike sharing a Treviso e Spalato, progettazione della riqualificazione di un asse viario con una linea di trasporto pubblico di seconda generazione, a Salonicco)
  4. azioni di sensibilizzazione ed educazione ambientale
Sito

https://remedio.interreg-med.eu/

Stato di avanzamento e news

Lo stato di avanzamento a livello internazionale, a fine novembre 2018, è il seguente:

  • lo strumento modellistico integrato è stata completato e sono in corso gli ultimi aggiustamenti dopo i testi di validazione e sensibilità;
  • nelle quattro aree pilota sono in corso collaborazioni con gli attori locali coinvolti nella forma di governance partecipata per la realizzazione nel territorio delle specifiche soluzioni di mobilità urbana da testare;
  • riguardo le piccole infrastrutture per la mobilità urbana sostenibile, a Loures è stato concluso il rinnovo urbano con la riqualificazione pedonale e ciclabile dell’area di intervento; a Spalato prosegue la progettazione esecutiva del servizio di bike sharing misto elettrico e tradizionale; a Salonicco, con un percorso ampio di partecipazione di istituzioni e cittadini, è stato scelto il progetto per la riqualificazione funzionale della linea stradale dedicata al transito dei bus verso il centro commerciale e direzionale della città;
  • grazie alla collaborazione di tutti i partner, è stato realizzato il primo rapporto tecnico che inquadra le quattro città e le relative aree pilota per gli aspetti ambientali e di mobilità;
  • sono stati svolti tre seminari internazionale per lo scambio di esperienze e l’individuazione di sinergie con progetti ed iniziative attivi nel campo della mobilità sostenibile a livello europeo (Siviglia, Maggio 2017; Spalato, Novembre 2017 e Salonicco, Maggio 2018);
  • campagne di sensibilizzazione alla mobilità sostenibile sono stati svolti in ciascuna area territoriale coinvolta; comunicazioni scientifiche di presentazione del progetto e della sua metodologia sono stati presentati in vari forum internazionali

Nell’area pilota di Treviso:

  • l'Amministrazione Comunale ha dato avvio al percorso partecipato per la costituzione del “condominio orizzontale di Strada Ovest” nel seminario al museo Bailo il 23 giugno 2017, in occasione della Settimana Europea dell'Energia Sostenibile;
  • grazie alla collaborazione tra Comune di Treviso e ARPAV, tra ottobre e novembre 2017, è stata svolta la campagna di misura di traffico e di inquinanti atmosferici e rumore nel sito pilota di Strada Ovest;
  • il Comune di Treviso sta procedendo nell’ampliamento del servizio di bike sharing cittadino con le ulteriori 9 stazioni lungo la Strada Ovest, l’ultima della quale in collaborazione con il Comune di Villorba dove ricade lo stallo;
  • da febbraio 2018 a maggio 2018, ARPAV, in collaborazione con la rete ISIDE, ha attuato un ampio ed articolato percorso di educazione ambientale e mobilità sostenibile, coinvolgendo varie scuole di ordine e grado del territorio lungo la Strada Ovest. Approfondisci
  • Il 2 ottobre 2018, presso l’Auditorium della Provincia di Treviso, si è tenuto l’evento conclusivo del percorso di educazione ambientale, in cui gli studenti di 11 scuole di Treviso e Villorba hanno presentato la loro visione di mobilità urbana
  • il 10 novembre 2018 il Comune di Treviso, con la partecipazione del Comune di Villorba, ha ufficialmente inaugurato le 9 stazioni e le 50 biciclette finanziate da REMEDIO per l'estensione del bike sharing cittadino all'intero percorso di Strada Ovest.
Ti piacerebbe vivere in un condominio orizzontale? Guarda l'infografica dedicata al progetto
Attività ARPAV
  • Leadership del progetto (coordinamento manageriale, finanziario e scientifico)
  • Collaborazione alla realizzazione di strumento modellistico integrato di valutazione da applicarsi alle aree pilota
  • Misure e scenari modellistici per l’area test di Treviso
  • Azioni di educazione ambientale
  • Attività di comunicazione
Budget totale 2.215.512,50 euro
Budget ARPAV 343.950,00 euro
Capo Progetto ARPAV Salvatore Patti salvatore.patti@arpa.veneto.it
Referente scientifico ARPAV

Francesca Liguori  francesca.liguori@arpa.veneto.it

Coordinamento Progetti Servizio Pianificazione, Progettazione e Sviluppo progetti@arpa.veneto.it

PARTNERSHIP

RuoloSoggettoPaese
Leader Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell’Ambiente del Veneto Italia
Partner Comune di Treviso Italia
Partner Municipalità di Spalato Croazia
Partner Municipalità di Loures Portogallo
Partner Istituto Superior Tecnico di Lisbona Portogallo
Partner Università Aristotele di Salonicco Grecia
Partner Agenzia dello Sviluppo Metropolitano di Salonicco Grecia
Partner Università di Siviglia Spagna
Azioni sul documento

ultima modifica 26/11/2018 13:33