Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali IPPC IPPC Ruolo di ARPAV

Ruolo di ARPAV

L'attività dei tecnici ARPAV

Le ARPA forniscono supporto tecnico all’autorità competente durante l'istruttoria, secondo quanto previsto dall’articolo 29-decies, comma 3 del D. Lgs. n. 152/2006 e s.m.i..
In particolare, le Agenzie Ambientali hanno il compito di accertare, secondo quanto previsto e programmato nell'autorizzazione e con oneri a carico del gestore, i seguenti aspetti:

  1. il rispetto delle condizioni previste dall'autorizzazione integrata ambientale;
  2. la regolarità dei controlli a carico del gestore, con particolare riferimento alla regolarità delle misure e dei dispositivi di prevenzione dell'inquinamento nonchè al rispetto dei valori limite di emissione;
  3. l'assolvimento da parte del gestore dei propri obblighi di comunicazione, in particolare l'informazione regolare verso l'autorità competente e, in caso di inconvenienti o incidenti che influiscano in modo significativo sull'ambiente, la comunicazione tempestiva dei risultati della sorveglianza delle emissioni del proprio impianto.

 

Il Piano di Monitoraggio e Controllo

Le ARPA esprimono il proprio parere in merito al Piano di Monitoraggio e Controllo (PMC) proposto dall’azienda e che fa parte della domanda di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). La redazione del Piano di Monitoraggio e Controllo consente al gestore di individuare ed attuare un appropriato sistema di autocontrollo per monitorare, con una determinata frequenza, l’impatto ambientale dell’impianto lungo tutta la durata dell’AIA.
Il PMC prevede una serie di aspetti ambientali e gestionali dell’azienda che saranno oggetto di ispezione da parte di ARPAV quali:

  • le componenti ambientali che entrano in gioco nei processi gestiti dall’impianto (consumo di materie prime, combustibili, acqua ed energia);
  • i fattori di gestione dell’impianto (analisi sulle fasi critiche dell’impianto, interventi di manutenzione, etc);
  • gli indicatori di performance ambientale che sono in grado di fornire informazioni sull’efficienza dell'impianto.

Il Report annuale

Le informazioni e i dati ottenuti dal monitoraggio svolto dall’azienda durante l’anno ed opportunamente registrati e/o conservati dalla stessa, verranno annualmente inviati all’ente competente, al Dipartimento ARPAV Provinciale di competenza e a tutti gli enti interessati previsti nell'AIA, tramite la compilazione di un Report Annuale.

Il Report è attualmente costituito da un file excel elaborato sulla base del Piano di Monitoraggio e Controllo, adattato alla raccolta dei dati informatizzata per permettere un agevole gestione degli stessi e la loro elaborazione; il file excel, inoltre, dovrà essere accompagnato da una relazione a commento dei dati.

Azioni sul documento

ultima modifica 15/11/2010 10:30

In evidenza

Regolamento (UE) 2017/997
modifica l'allegato III della direttiva 2008/98/CE per quanto riguarda la caratteristica di pericolo HP 14 «Ecotossico»

MATTM - Decreto n. 58 del 6 marzo 2017

MATTM - Quesiti per l’applicazione del D.lgs.105/2015
Quesiti presentati al Coordinamento riguardanti l’applicazione del D.lgs.105/2015

MATTM - Nota del 14/11/2016

MATTM - Decreto 17/10/2016 n. 228