Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Acqua Acque interne Bacino Scolante La rete di monitoraggio Reti automatiche

Reti automatiche

L’attuale rete di stazioni di monitoraggio automatico del Bacino Scolante si compone di 6 stazioni di qualità. In particolare, si tratta di stazioni poste nei punti di foce dei principali corsi d’acqua che confluiscono nella Laguna di Venezia.

Su incarico della Regione, ARPAV ha riattivato la rete con lo scopo  di acquisire informazioni in continuo di supporto ai campionamenti manuali effettuati, per lo più mensilmente, da personale dell’Agenzia. I dati forniti dalla rete automatica risultano necessari per la stima dei carichi annuali nella Laguna di Venezia (carichi inquinanti e trasporto solido).

I punti della nuova rete di stazioni di monitoraggio automatico del Bacino Scolante sono (Fig. 1):

  • Naviglio Brenta a Malcontenta nel territorio del Comune di Venezia
  • Fiume Zero nel territorio del Comune di Marcon
  • Fiume Marzenego a Monte di Mestre
  • Sostegno Priula sul Canal Morto nel territorio del Comune di Chioggia
  • Botte di Lova sullo Scolo Fiumazzo nel territorio del Comune di Campagna Lupia
  • Ponte della Vela sul Fiume Vela nel territorio del Comune di Quarto D'Altino.

Ciascuna stazione è dotata di campionatore automatico refrigerato e di sensori per la misura di Temperatura, Ph, Torbidità, Ossigeno disciolto, Conducibilità e Redox.
Rispetto alla configurazione della rete precedente sono stati apportati elementi innovativi, soprattutto nella acquisizione e trasmissione dell’informazione in tempo reale.

A partire dal 1 luglio 2015 le sei stazioni hanno incominciato a produrre dati orari delle misure di Temperatura, Ph, Torbidità, Ossigeno disciolto, Conducibilità e Redox.

 

Fig. 1 : Nuova rete di stazioni di monitoraggio automatico del Bacino Scolante

BS_Mappa_Stazioni_2015.jpg

Le foto delle stazioni della rete di monitoraggio

Azioni sul documento

ultima modifica 13/11/2015 12:38

APP Balneazione

APP Balneazione

Bacino Scolante

Il bacino scolante rappresenta il territorio la cui rete idrica superficiale scarica - in condizioni di deflusso ordinario - nella laguna di Venezia.

Vai alla sezione
Campagne informative