Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Aria Informazione al pubblico sui livelli di PM10

Informazione al pubblico sui livelli di PM10

Il Decreto Legislativo 155/2010 ha stabilito in 50 µg/m3 il valore limite giornaliero per la protezione della salute umana per il PM10, da non superare per più di 35 giorni l'anno.
In Veneto, a causa della somma degli effetti generati dalle diverse sorgenti di emissione in atmosfera e dalle condizioni atmosferiche di elevata stabilità e scarsa circolazione dei venti, si rilevano superamenti ripetuti del valore limite giornaliero per il PM10, soprattutto nel periodo invernale. Tali condizioni sono comuni a tutte le regioni del Bacino Padano, tra cui Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte, che hanno siglato, insieme al Ministero dell’Ambiente, il Nuovo Accordo di Bacino Padano. Il documento, firmato a Bologna il 9 giugno 2017, prevede una serie di impegni da parte delle Regioni finalizzati all'adozione di limitazioni e divieti, principalmente nel settore dei trasporti, della combustione di biomassa per il riscaldamento domestico e dell’agricoltura, allo scopo di contenere il numero di superamenti del valore limite giornaliero.

 

L'Accordo prevede anche l'applicazione di modalità comuni a tutto il bacino, per l'individuazione di situazioni di perdurante accumulo del PM10 e per l'informazione al pubblico, affidando alle Agenzie regionali per l'ambiente il compito di realizzare gli strumenti tecnici per l'individuazione di tali situazioni di accumulo.

A tale scopo, ARPAV, dal 1° ottobre al 31 marzo produce il Bollettino livelli di allerta PM10.

Sono previsti due livelli di allerta: Il livello di allerta 1 si attua con 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero del PM10, mentre il livello di allerta 2 si attua con 10 giorni consecutivi di superamento di tale limite.

La valutazione del raggiungimento dei livelli di allerta è effettuata nei Comuni con più di 30.000 abitanti, negli agglomerati di cui alla DGRV 2130/2012 e in tutti i comuni che hanno inviato, alla Regione Veneta, richiesta formale di adesione all'Accordo di Bacino. In Figura 1 sono indicati i comuni interessati dalla valutazione. L'elenco dei comuni è riportato anche nella tabella.


Comuni aderenti BPA_12_11_2018

 

Per ogni area di applicazione dell’Accordo ARPAV ha individuato una stazione di riferimento per la misura del PM10, dotata di strumentazione automatica e appartenente alla rete regionale della qualità dell'aria. Per i comuni che non sono dotati di centralina o di analizzatore automatico di PM10 viene effettuata, dall'Osservatorio Aria, la valutazione del numero dei superamenti del valore limite giornalliero mediante stima modellistica, con il modello SPIAIR.

Zona o ComuneStazione di riferimento PM10
Agglomerato Venezia VE-Bissuola
Agglomerato Treviso TV- Via Lancieri di Novara
Agglomerato Padova PD-Mandria
Agglomerato Vicenza VI- Quartiere Italia
Agglomerato Verona VR-Giarol Grande
Comune di Belluno BL- Parco Città Bologna
Comune di Rovigo RO- Largo Martiri
Comune di Chioggia valutazione con stima modellistica
Comune di S.Donà di Piave valutazione con stima modellistica
Comune di Montebelluna valutazione con stima modellistica
Comune di Castelfranco Veneto valutazione con stima modellistica
Comune di Conegliano Conegliano
Comune di Bassano del Grappa valutazione con stima modellistica
Comune di Schio Schio
Comune di Este Este
Comune di Monselice Monselice
Comune di Piove di Sacco valutazione con stima modellistica
Comune di Tribano valutazione con stima modellistica
Comune di San Fior
valutazione con stima modellistica
Comune di Bovolone valutazione con stima modellistica
Comune di Legnago Legnago
Comune di Sant'Ambrogio di Valpolicella valutazione con stima modellistica
Comune di Cavaion Veronese valutazione con stima modellistica

In linea con i dettami dell'Accordo di Bacino, la valutazione del superamento dei livelli di allerta viene effettuata nelle giornate di lunedì e giovedì mediante l'emanazione del "Bollettino dei Livelli di Allerta".

Il bollettino aggiornato è consultabile alla pagina:  Bollettino Livelli di allerta PM10

Inoltre, al raggiungimento del 1° o del 2° livello di allerta, l’Osservatorio Aria di ARPAV, in concomitanza con l'emissione del bollettino, invia una mail per informare i Comuni interessati dal superamento.

Si segnala, inoltre, che è disponibile una mappa interattiva di tutto il Bacino Padano che mostra i comuni aderenti all'Accordo di Bacino e il livello di allerta PM10 raggiunto. La mappa viene aggiornata il lunedì e giovedì, attorno alle 12:30, al termine del popolamento con i dati inviati da tutte le Agenzie del Bacino Padano. Il lunedì e il giovedì, quando viene effettuata la valutazione per i giorni successivi, i comuni nella mappa vengono colorati in verde se il livello di allerta è 0, in arancione se il livello è 1, in rosso se il livello di allerta è 2. Il colore giallo indica che i comuni interessati  passeranno, dal giorno successivo, dal livello di allerta verde a quello arancione. Per conoscere le misure attive nel proprio comune in condizioni di allerta verde, arancio o rossa si invita a consultare il relativo sito internet.

Mappa allerta PM10 Bacino Padano

Per quanto riguarda gli altri comuni del Veneto, l’informazione al pubblico è garantita attraverso:

 

Per tutti i comuni del Veneto, l’Osservatorio Aria di ARPAV mette a disposizione la mappa delle concentrazioni giornaliere di PM10 previste per il pomeriggio e le due giornate seguenti:

Azioni sul documento

ultima modifica 04/02/2019 10:35

Stazioni qualità dell'aria

Mappa delle stazioni attive in Veneto

APP qualità Aria

APP Aria

ArpavPM10bot-Telegram

ico_bot_telegram.jpg

A proposito di … Uso della legna come combustibile

A proposito di … Uso della legna come combustibile copertina

1 edizione 2016

PM10 decalogo comportamenti

banner_PM10_decalogo comportamenti.jpg

Sono amico dell'aria pulita...

banner_PM10_KIDS.jpg