Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Estate 2016

Estate 2016

L'estate 2016 non presenta grandi scostamenti dalle medie climatologiche. La particolarità dell’estate 2016 non è dunque l’eccessiva piovosità o siccità, anche se piove troppo a Giugno e pochissimo dopo Ferragosto, né il caldo eccessivo, bensì la frequenza anomala di temporali intensi con piogge particolarmente violenti ed abbondanti sia in montagna che in pianura, spesso anche associati a grandinate rovinose.

Il commento meteoclimatico si articola in tre sezioni principali:

Analisi sinottica

Vai alla descrizione analitica dei mesi:

Dati meteorologici

Temperature minime, massime e medie nei capoluoghi di provincia

mesemassime assoluteminime assolutemedia delle medie
giugno 32/35°C 9/14°C 18/22°C
luglio 31/35°C 8/15°C 21/25°C
agosto 30/33°C 10/15°C 20/23°C

Giorni piovosi sulla regione (numerosità nel periodo di rilevamento)

meseN° di giorni piovosi (>= 1mm)N° giorni con precipitazioni >= 40 mm
giugno 25 14 (il 2 con massimo di 51.8 mm a Passo Xomo (Posina), il 3 con massimo di 59.2 mm a Passo Santa Caterina (Valdagno), il 4 con massimo di 63.0 mm a Ospedaletto Euganeo, il 5 con massimo di 55.8 mm a Bassano del Grappa, l'8 con massimo di 76.6 mm a Crespadoro, il 9 con massimo di 89.6 mm a Chioggia Sant'Anna, l'11 con massimo di 52.2 mm a Volpago del Montello, il 13 con massimo di 53.4 mm a Volpago del Montello, il 14 con massimo di 118.6 mm a Roverchiara, il 15 con massimo di 58.0 mma Lugagnana (Portogruaro), il 19 con massimo di 45.4 mm a Colognola ai Colli, il 25 con massimo di 62.0 mm a Valpore (Seren del Grappa), il 26 con massimo di 70.8 a Pedescala e il 30 con massimo di 122.8 mm a Belluno - aeroporto).
luglio 24 8 (il 10 con massimo di 83.4 mm a Asiago - aeroporto, il 12 con massimo di 58.4 mm a San Martino d'Alpago, il 13 con massimo di 86.6 mm a San Martino d'Alpago, il 23 con massimo di 54.8 mm a  Molini (Laghi), il 27 con massimo di 51.8 mm a Lugagnana (Portogruaro), il 28 con massimi di 43.4 mm a Legnaro e a Campagna Lupia (Valle Averto), il 30 con massimo di 76.6 mm a Longarone e il 31 con massimo di 49.2 mm a Molini (Laghi)).
agosto 16

11 (il 5 con massimo di 56.2 mm a Malga Campobon (San Pietro di Cadore), il 9 con massimo di 59.6 mm a Podestagno (Cortina d'Ampezzo), il 10 con massimo di 85.0 mm a Rifugio La Guardia (Recoaro Terme), il 15 con massimo di 54.6 mm  a Sospirolo, il 16 con massimo di 151.2 mm a Molini (Laghi), il 17 con massimo di 93.2 mm a Noventa di Piave - Grassaga, il 18 con massimo di 52.6 mm a Malo, il 19 con massimo di 40.2 mm a Malo, il 20 con massimo di 51.0 mm a Illasi, il 21 con massimo di 79.2 mm a Bassano del Grappa e il 29 con massimo di 47.0 mm a Valle di Cadore).

Eventi nevosi

meseEventi con accumulo di neve al suolo sulla montagna veneta (data del rilievo alle ore 8.00)
giugno 4 (il giorno 1, il 15 con neve oltre i 2200 m con 2-5 cm, il giorno 19 ed il giorno 20, con 3-5 cmm oltre i 2600/3000 m).
luglio 2 (i giorni 13 e 14 con neve oltre i 1900/2200 m con 10-20 cm).

agosto

3 (il giorno 5 oltre i 3000 m, il giorno 10 oltre i 2400 m  con 5-15 cm e il giorno 20 oltre i 3000 m).

Dati climatologici

Analisi termometrica

L'analisi termometrica prevede alcune elaborazioni relative alla temperatura misurata a 2m; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Una selezione di 32 stazioni Tabella con alcuni valori termici di riferimento dalla tabella si osserva che:
  • Temperatura media trimestrale: risulta ovunque prossima o leggermente superiore alla media, con scarti mediamente di 0.1-0.5°C.
  • Temperatura media di agosto; risulta ovunque nella media. Si sottolinea come le temperature medie del mese di agosto, solitamente il mese più caldo dell'estate, risultino in linea con il valore medio stagionale, o localmente anche inferiori.
  • Giorni con T minima superiore a 20°C: il numero medio mensile di giorni con tmin >20°C è prossimo alla media, con scarti non rilevanti e a carattere locale; si sottolinea la pressochè totale assenza di notti con temperature >20°C nelle valli prealpine e nei fondovalle dolomitici anche dove il fenomeno ha una rilevanza statistica (valore medio mensile >0).
  • Valore massimo di T massima del mese di agosto: pur essendosi registrati valori relativamente elevati, non si sono minimamente avvicinati i record storici.
  • Valore massimo trimestrale di T massima: per tutte le stazioni il valore massimo trimestrale risulta superiore a quello del mese di agosto, essendosi registrati massimi stagionali durante il mese di luglio o in alcuni casi di giugno; per nessuna stazione si è superato il record storico stagionale.

Analisi pluviometrica

L'analisi pluviometrica prevede alcune elaborazioni relative alla precipitazione misurata a 2m; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Una selezione di 32 stazioni Tabella con alcuni valori pluviometrici di riferimento dalla tabella si osserva che:
  • Precipitazione media mensile: risulta significativamente superiore alla media sulle Dolomiti con scarti del 20/30% (fatta eccezione per la stazione di Agordo, in media); altrove il valore risulta prossimo alla media con variazioni locali; isolatamente, su alcune stazioni della pianura il valore è significativamente inferiore alla media.
  • Numero medio di giorni piovosi: il numero medio mensile di giorni piovosi risulta prossimo alla media per le stazioni di pianura, costa e pedemontana, superiore, anche in maniera significativa, in montagna, soprattutto sulle Dolomiti.
  • Numero medio di giorni con precipitazione superiore a 20 mm: risulta complessivamente in linea con le medie.
  • Precipitazione massima accumulata in un giorno o in 5 giorni: in 1 stazione (Chioggia) su 32 è stato superato il massimo giornaliero stagionale storico, per effetto di precipitazioni locali convettive; per buona parte delle altre stazioni i massimi risultano molto inferiori rispetto ai valori massimi storici.

 

Analisi nivometrica

L'analisi nivometrica prevede alcune elaborazioni relative alla precipitazione nevosa misurata da stazioni o da operatori; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Stazione Arabba [1980-2015] Altezza del manto nevoso stagionale rispetto alla media 1980-2015
Ad Arabba non si sono verificate nevicate con accumulo al suolo durante tutta la stagione estiva.

 

Note al testo

  1. valore “superiore alla media”, “inferiore alla media” e “in media”: valori superiori al 75° percentile, inferiori al 25° percentile e compresi nell'intervallo tra questi due estremi, rispettivamente, oppure entro una deviazione standard.
  2. valore “molto superiore” e “molto inferiore”: valori esterni all'intervallo 2.5°-97.5° percentile. Ove specificato si è fatto ricorso alla mediana, anziché alla media per l'elevata dispersione di specifici dati, come l'altezza del manto nevoso.
  3. Fonte dei dati: reanalisi National Centers for Environmental Prediction (NCEP), stazioni termopluviometriche della rete di ARPAV - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio.
Azioni sul documento

ultima modifica 20/09/2016 14:41