Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Estate 2017

Estate 2017

L'estate 2017 si presenta anormalmente calda, con frequenti ondate di calore, anche se non si registrano complessivamente i picchi di temperaura registrati in altre annate record (2003 e 2012). Da un punto di vista pluviometrico la distribuzione è irregolare con località o zone in forte deficit, alternate a situazioni di normalità o locale surplus; rimarchevole è però la frequenza di temporali intensi con piogge particolarmente violente ed abbondanti sia in montagna che in pianura, spesso anche associati a grandinate rovinose.

Il commento meteoclimatico si articola in tre sezioni principali:

Analisi sinottica

Vai alla descrizione analitica dei mesi:

Dati meteorologici

Temperature minime, massime e medie nei capoluoghi di provincia

mesemassime assoluteminime assolutemedia delle medie
giugno 32/36°C 8/14°C 21/24°C
luglio 32/36°C 9/15°C 21/25°C
agosto 34/38°C 10/16°C 22/25°C

Giorni piovosi sulla regione (numerosità nel periodo di rilevamento)

meseN° di giorni piovosi (>= 1mm)N° giorni con precipitazioni >= 40 mm
giugno 21 8 (l'1 con massimo di 68.4 mm a Conegliano, il 4 con massimo di 40.2 mm a Sappada, il 5 con un massimo di 50.2 mm a Montecchio Precalcino, il 6 con massimo di 46.4 mm a Villorba, il 14 con massimo di 42.8 mm a Cavallino Treporti, il 21 con massimo di 64.2 mm a Perarolo, il 25 con massimo di 111.6 mm a Sant'Antonio Tortal e il 28 con massimo di 100.0 mm a Follina).
luglio 26 5 (l'1 con massimo di 63.6 mm a Follina, il 7 con massimo di 62.0 mm a Sospirolo, il 10 con massimo di 84.2 mm a Monte Summano, il 14 con massimo di 56.4 mm a  Longarone e il 24 con massimo di 136.4 mm a Sant'Antonio Tortal).
agosto 20

4 (il 4 con massimo di 102.4 mm a Misurina, il 6 con massimo di 44.0 mm a Passo Pordoi, l'8 con massimo di 40.4 mm a Passo Valles e il 19 con massimo di 52.2 mm a Malga Campobon (San Pietro di Cadore) e a Oderzo).

Eventi nevosi

meseEventi con accumulo di neve al suolo sulla montagna veneta (data del rilievo alle ore 8.00)
giugno 0 (tracce i giorni 5 e 30 oltre 2900/3000 m)
luglio 0 (tracce il giorno 24 a 3000 m)

agosto

0 (tracce i giorni 11 e 19 a 2900/3000 m)

Dati climatologici

Analisi termometrica

L'analisi termometrica prevede alcune elaborazioni relative alla temperatura misurata a 2m; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Una selezione di 32 stazioni Tabella con alcuni valori termici di riferimento dalla tabella si osserva che:
  • Temperatura media trimestrale: risulta ovunque superiore alla media in maniera significativa, con scarti mediamente di 1.5-2.0°C, localmente anche superiori, specie in quota.
  • Temperatura media di agosto; risulta ovunque nettamente superiore alla media, con scarti analoghi o leggermente superiori allo scarto stagionale (mediamente 1.5-2.2°C).
  • Giorni con T minima superiore a 20°C: il numero medio mensile di giorni con tmin >20°C è superiore alla media, con scarti spesso rilevanti a carattere locale, con alcune stazioni che registrano un numero di giorni anche doppio rispetto alla media, specie su pianura centrale e costa.
  • Valore massimo di T massima del mese di agosto: si sono registrate ovunque temperature spesso prossime ai record storici; in due casi (Montagnana e Pradon Porto Tolle) tale record è stato superato.
  • Valore massimo trimestrale di T massima: pressochè ovunque il valore massimo trimestrale coincide con il massimo del mese di agosto; allo stesso modo le due stazioni sopra citate hanno superato il record storico trimestrale

Analisi pluviometrica

L'analisi pluviometrica prevede alcune elaborazioni relative alla precipitazione misurata a 2m; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Una selezione di 32 stazioni Tabella con alcuni valori pluviometrici di riferimento dalla tabella si osserva che:
  • Precipitazione media mensile: risulta distribuita in maniera molto irregolare, con la maggior parte delle stazioni in deficit, ma alcune stazioni in significativo surplus precipitativo; in particolare i valori sono prossimi o in alcuni casi superiori alle medie sulle Dolomiti e sulle Prealpi orientali bellunesi (con un surplus massimo in termini percentuali a Longarone e a Misurina per effetto di alcuni episodi temporaleschi particolarmente intensi), mentre risultano fortemente in deficit sulle Prealpi e la pedemontana occidentale veronese e vicentina, con scarti in alcuni casi superiori al 50%; sulla pianura centrale e sulla costa centro-meridionale i valori sono fortemente in deficit, mentre sono distribuiti in maniera irregolare tra costa e pianura orientale, dove singoli fenomeni intensi hanno contribuito a limitare il deficit stesso, con valori prossimi o in alcuni casi anche superiori alle medie.
  • Numero medio di giorni piovosi: il numero medio mensile di giorni piovosi risulta prossimo alla media per le stazioni ove il deficit pluviometrico risulta minore o dove vi sia un surplus, mentre risulta significativamente inferiore alle medie, fatte alcune locali eccezioni per singoli fenomeni intensi, ove il deficit stagionale risulta maggiore..
  • Numero medio di giorni con precipitazione superiore a 20 mm: risulta complessivamente in linea con le medie.
  • Precipitazione massima accumulata in un giorno o in 5 giorni: in 2 stazioni montane (Misurina e Longarone) su 32 è stato superato il massimo giornaliero stagionale storico, per effetto di precipitazioni locali convettive; per buona parte delle altre stazioni i massimi risultano molto inferiori rispetto ai valori massimi storici. Per la sola stazione di Misurina si è abbondantemente superato il valore record storico di precipitazione in 5 giorni, per effetto di un periodo con ravvicinate precipitazioni temporalesche (tra cui quella record giornaliera) all'inizio di agosto.

 

Analisi nivometrica

L'analisi nivometrica prevede alcune elaborazioni relative alla precipitazione nevosa misurata da stazioni o da operatori; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Stazione Arabba [1980-2015] Altezza del manto nevoso stagionale rispetto alla media 1980-2015
Ad Arabba non si sono verificate nevicate con accumulo al suolo durante tutta la stagione estiva.

 

Note al testo

  1. valore “superiore alla media”, “inferiore alla media” e “in media”: valori superiori al 75° percentile, inferiori al 25° percentile e compresi nell'intervallo tra questi due estremi, rispettivamente, oppure entro una deviazione standard.
  2. valore “molto superiore” e “molto inferiore”: valori esterni all'intervallo 2.5°-97.5° percentile. Ove specificato si è fatto ricorso alla mediana, anziché alla media per l'elevata dispersione di specifici dati, come l'altezza del manto nevoso.
  3. Fonte dei dati: reanalisi National Centers for Environmental Prediction (NCEP), stazioni termopluviometriche della rete di ARPAV - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio.
Azioni sul documento

ultima modifica 27/09/2017 08:14