Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Inverno 2005/2006

Inverno 2005/2006

L'inverno 2005-2006 in Veneto è risultato in prevalenza freddo e senz'altro nevoso essendo stato caratterizzato dalla ripetuta comparsa di precipitazioni nevose anche in pianura e da una delle nevicate più abbondanti ed intense degli ultimi decenni con totali superiori al metro sulla fascia prealpina (si veda commento relativo alla nevicata del 26-28 Gennaio 2006). Dalla seconda metà di Dicembre si è assistito ad un generale calo delle temperature che è poi proseguito durante Gennaio, risultato particolarmente rigido. Il primo mese dell'anno ha anche registrato le punte di temperatura minima più fredde della stagione (il giorno 25) e l'evento di neve, a quote molto basse, più abbondante e tra i più intensi degli ultimi decenni (tra il 26 e il 28). Febbraio è risultato mediamente più caldo a causa di una temporanea ed anomala espansione dell'anticlone delle Azzorrre durante la prima pentade e successivamente, tra il 20 e il 25, dell'arrivo di più miti e umide correnti atlantiche che hanno portato temperature sopra la media e frequenti precipitazioni nevose solo in montagna.

 

 

L'analisi successiva si svolge in due sezioni:

 

Descrizione meteorologica mensile

L'inverno inizia con un dicembre variabile nella prima decade, poi in prevalenza stabile fino alla vigilia di Natale, e che si conclude all'insegna dell'instabilità. Gennaio inizia all'insegna delle precipitazioni, e diviene più stabile tra il 9 e il 15 e poi dal 19 al 26, per concludersi con precipitazioni. Nel mese di febbraio si assiste ad un marcato aumento delle temperature nei primi cinque giorni per poi riportarsi su valori mediamente inferiori alla media del periodo fino a metà mese. Nella seconda metà del mese il tempo risulta piuttosto variabile con diversi impulsi perturbati.

Per il dettaglio meteorologico mensile si veda:

 

Dati climatologici provinciali di temperatura e precipitazione

Il confronto è effettuato rispetto a due periodi di riferimento: 1961-'90 (M1) e 1992-2005 (M2).

Temperature minime, massime e medie nei capoluoghi di provincia

mesemassime [TAB1]minime [TAB1]massime assolute [fig Tx]minime assolute [fig Tn]
dicembre 2005 inferiori alle medie massime mensili dell'ultimo periodo dal 1992, mentre risultano maggiormente in linea con l'equivalente per il trentennio storico 1961-'90 inferiori rispetto alle due medie, ma più vicine alla media del trentennio storico inferiori ai massimi dei due periodi storici di confronto superiori ai minimi storici
gennaio 2006 inferiori rispetto alle due medie, ma più vicine alla media del trentennio storico si avvicinano ai minimi storici dal 1992, ma rimangono ampiamente superiori ai minimi del periodo 1961-'90
febbraio 2006 le minime dei periodi a confronto sono per lo più in linea fra di loro superiori ai minimi storici

 L'Inverno 2005-2006, quindi, da un punto di vista termico risulta piuttosto rigido, anche se i valori estremi minimi, eccettuato il mese di Gennaio, si mantengono generalmente al di sopra dei minimi assoluti dei periodi precedenti. Dai grafici relativi allo scarto delle temperature minime e massime medie mensili dell'anno in corso rispetto alla media dell'ultimo periodo, ovvero dal 1992 (fig1,fig2,fig3) emerge chiaramente lo scarto quasi sempre negativo di cui si parlava ad indicare che l'inverno 2005-2006 è stato più freddo rispetto alla media degli ultimi anni.

Giorni piovosi stagionali e precipitazioni mensili sul Veneto (numerosità nel periodo di rilevamento) [TAB2]

meseprecipitazione mensile [istogramma]precipitazione stagionale [istogramma]giorni piovosi stagionali [istogramma]
dicembre 2005 inferiori a M1 e M2
inferiore ad entrambe le medie considerate, a parte a Belluno, ove risulta in linea con M2
risultano generalmente inferiori a M2, a parte a Rovigo; generalmente superiori a M1, eccetto Belluno, Treviso e Verona
gennaio 2006 inferiori a M1 e M2
febbraio 2006 inferiori a M1; nelle provincie di Belluno, Vicenza e Verona risultano superiori e nelle restanti provincie risultano in linea con M2

L'Inverno 2005-2006, da un punto di vista pluviometrico, risulta meno piovoso del normale. Rispetto alla media dal 1992, a Dicembre si registrano tra i 15 e i 20 mm in meno (fig7), a Gennaio tra i 5 e i 15 mm in meno (fig8), mentre a Febbraio, in controtendenza con i due mesi precedenti, si registrano 20 mm mediamente in più a Verona e Belluno, mentre le altre provincie registrano mediamente un deficit di 5 mm (fig9).

Azioni sul documento

ultima modifica 23/02/2012 13:47