Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Estate 2004

Estate 2004

Dopo due estati "estreme" e antitetiche, l'estate 2004 è finalmente in norma. Ricordiamo, infatti, che l'estate 2002 fu caratterizzata da maggior variabilità con un giugno particolarmente caldo a cui seguirono due mesi molto piovosi e più freschi, mentre l'estate del 2003 fu eccezionalmente calda e secca. L'estate di quest'anno, invece, è stata caratterizzata da un alternarsi di condizioni di stabilità e instabilità atmosferica piuttosto regolare che hanno determinato valori termici e pluviometrici nel complesso prossimi alle medie di riferimento.

 

Il presente documento è articolato in tre sezioni:

 

(Analisi meteo-climatica primavera 2003/2004)

Analisi dell'estate 2004: caratterizzazione termo-pluviometrica

Il primo mese dell'estate 2004 risulta piuttosto instabile, se si eccettua una fase di relativo tempo stabile verso metà mese. Luglio e Agosto invece si caratterizzano per periodi di tempo stabile alternati a fasi instabili.

Si veda il dettaglio mensile:

 

Eventi temporaleschi intensi estate 2004

gli eventi temporaleschi sono un fenomeno caratteristico della stagione estiva. A volte possono risultare associati a precipitazioni particolarmente abbondanti o a fenomeni particolarmente intensi. Di seguito si riportano gli eventi caratterizzati da precipitazioni molto intense di brevissima durata (5') o abbondanti di breve durata (30'-1h), come rilevati dalla rete di stazioni al suolo del DST. E' possibile che all'interno dei sottocitati eventi ricadano anche eventi grandinigeni.

Data Precipitazioni molto intense su 5' Nubifragi in 30' (precipitazione >= 40 mm) Nubifragi in 1h (precipitazione >= 60 mm)
3 giugno Brendola, 15.6 mm
5 giugno Valdagno, 14.2 mm
20 giugno Sallizzole, 15.4 mm Agna (PD), 43.4 mm
01 luglio Lonigo, 17.2 mm Dolcé (VR), 41.6 mm
3 agosto Crespano del Grappa (VI), 15.8 mm Arcole (VR), 46.4 mm, Chioggia (VE), 44.6 mm, Grantorto (PD), 40.4 mm, Malo (VI), 46.8 mm, Montegalda (VI), 48 mm; Chioggia (VE), 70.2 mm
7 agosto Portogruaro Lison (VE), 15 mm Portogruaro Lison (VE), 65.6 mm, Vazzola (TV), 48 mm; Portogruaro Lison (VE), 83.8 mm, Vazzola (TV), 67.2 mm
8 agosto Balduina (RO), 14.6 mm Castelnuovo del Garda (VR), 42 mm
12 agosto Vittorio Veneto (TV), 13 mm Vittorio Veneto (TV), 55 mm; Vittorio Veneto (TV), 69.2 mm
13 agosto Pedescala (VI), 17 mm Crespano del Grappa (TV), 42.4 mm
20 agosto Farra di Soligo (TV), 12.8 mm, Oderzo (TV), 12.2 mm
26 agosto Cartizze Alta, 13.2 mm, Farra di Soligo, 13.2 mm Crespano del Grappa (TV), 41.6 mm, Farra di Soligo (TV), 43.2 mm,

 

Dati climatologici provinciali di temperatura e precipitazione

Il confronto è effettuato rispetto a due periodi di riferimento: 1961-'90 (M1) e 1992-2003 (M2)

Temperature minime, massime e medie nei capoluoghi di provincia

mesemassime [TAB1]minime [TAB1]massime assolute [fig Tx]minime assolute [fig Tn]
giugno sostanzialmente in linea con il passato sostanzialmente in linea con il passato generalmente inferiori a quelli del passato generalmente superiori a quelli del passato
luglio
agosto

L'estate 2004, quindi, da un punto di vista termico risulta sostanzialmente in media con le estati del quarantennio precedente, come dimostra anche l'assenza di valori massimi o minimi assoluti significativi. Dai grafici di confronto termico tra le temperature provinciali registrate nei mesi di giugno-agosto 2004 e la media dell'ultimo decennio (fig3, fig4, fig5) generalmente non si riscontrano, infatti, variazioni superiori ad 1°C.

Giorni piovosi stagionali e precipitazioni mensili sul Veneto (numerosità nel periodo di rilevamento) [TAB2]

meseprecipitazioni mensili [istogramma]precipitazioni stagionali [istogramma]giorni piovosi stagionali [istogramma]
giugno risultano superiori a Padova, Vicenza e Belluno, inferiori nelle restanti provincie non risulta molto diversa dalla media, a parte nel rodigino e veronese, dove risulta leggermente inferiore risultano generalmente inferiori alla media delle estate precedenti, specie a Padova, Venezia e Rovigo; solo leggermente superiori nel bellunese e trevigiano
luglio generalmente inferiori alle medie considerate
agosto generalmente inferiori alle medie considerate

In definitiva, quindi, l'estate 2004, risulta, da un punto di vista pluviometrico, una stagione nella media, solo leggermente meno piovosa nel complesso del trimestre. I grafici di differenza pluviometrica provinciale mensile (fig9, fig10, fig11) tra i dati dell'estate 2004 e i dati medi del periodo 1992-2003 mettono in luce precipitazioni generalmente più abbondanti a giugno e generalmente meno abbondanti a luglio e agosto.

Azioni sul documento

ultima modifica 23/11/2010 13:11