Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Rifiuti Gestione dei rifiuti Rifiuti speciali smaltiti nelle diverse tipologie di discarica - agg. 31/12/2006
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Rifiuti speciali smaltiti nelle diverse tipologie di discarica - agg. 31/12/2006 E’ in diminuzione lo smaltimento dei rifiuti speciali in discarica? PR

Il numero delle discariche dedicate allo smaltimento dei rifiuti speciali in Veneto nel 2006 è di 61, di cui 17 per rifiuti non pericolosi (ex 2B) e 44 per rifiuti inerti (ex 2A). La quantità di rifiuti speciali smaltiti nel 2006 ammonta a 2.378.482  tonnellate, di cui 1.057.498 tonnellate in discariche per rifiuti inerti (ex 2A ), 829.781 tonnellate in discariche di rifiuti non pericolosi (ex 2B)e 491.204 tonnellate in Discariche per rifiuti non pericolosi (ex prima categoria).

Le province che nel 2006 hanno smaltito le maggiori quantità di rifiuti speciali in discarica sono state Verona (34,8 %) seguita da Vicenza (21,8%) e Belluno (17,5%). La percentuale di smaltimento di Verona è quella che è diminuita di più rispetto al 2005, mentre le quantità di rifiuto smaltito in discarica sono aumentate a Vicenza e a Belluno, restano più o meno invariate nelle altre province dove lo smaltimento in discarica dei rifiuti speciali non è molto incidente (Venezia, Rovigo e  Padova).

Le tipologie prevalenti di rifiuti speciali smaltiti in discariche per inerti (ex 2A) sono costituite da materiali misti di costruzione e demolizione (C&D), da inerti e da fanghi provenienti dal taglio e dalla molatura di pietre (soprattutto a Verona e Vicenza) e da cemento amianto (Treviso).

Le tipologie prevalenti di rifiuti speciali smaltiti in discariche per rifiuti non pericolosi (ex 2B) sono costituite da residui dal trattamento di rifiuti, materiali provenienti dalla bonifica di siti contaminati e fanghi di depurazione; le quantità maggiori smaltite nello stesso anno hanno interessato le province di Verona, Treviso e Vicenza.

Il trend 1995 – 2006 evidenzia come, dopo una prima fase di consistente riduzione delle quantità smaltite dovuta al rapido sviluppo delle attività di recupero che hanno usufruito di agevolazioni amministrative ed economiche introdotte dalla normativa, l’andamento si è di fatto stabilizzato nel periodo successivo. Una variazione significativa si può notare tra il 2005 e il 2006 dove è più evidente la tendenza alla riduzione dei rifiuti speciali conferiti in discarica.

Tale andamento ha comportato una riduzione della quantità complessiva di rifiuti speciali smaltiti in discarica di oltre il 50% rispetto al 1995. Anche il numero delle discariche attive si è progressivamente ridotto nel corso degli anni.

L’operazione di smaltimento in discarica nel Veneto ha inciso tra le operazioni di gestione escluse lo stoccaggio e pretrattamento per il 16%, valore inferiore rispetto alla percentuale nazionale che nel 2006 che si è attestata al 18%.

 

Smaltimento in discarica dei Rifiuti Speciali
Percentuale di rifiuti speciali smaltiti in discarica distinta per tipologia di discarica e per provincia (2006). Andamento delle quantità di rifiuti speciali smaltiti nelle diverse tipologia di discarica (1995-2006).
rif_fig1_fig2_fig3_fig4.xls
Metadati
Data ultimo aggiornamento 25/3/2009
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV – Osservatorio Regionale Rifiuti , ISPRA - Rapporto Rifiuti 2008
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura tonnellate/anno, percentuale (%)
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo D.Lgs. 152/06 - D.Lgs. 36/2003;
Valore di riferimento rifiuti speciali smaltiti in discarica nel 2006 in Italia:18 %
Periodicità di rilevamento dei dati annuale
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/1995 - al 31/12/2006
Unità elementare di rilevazione discarica
Livello minimo geografico Provinciale
Copertura geografica regionale
Aspetti da migliorare
Link utili ISPRA -Rapporto Rifiuti 2008 - capitolo rifiuti speciali (http://www.apat.gov.it/site/_files/Rap-rif08/Capitolo_6.pdf)
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento