Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Rischi antropogenici Rischio industriale Numero di aziende a Rischio Incidente Rilevante (RIR) agg.31/12/07
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Numero di aziende a Rischio Incidente Rilevante (RIR) agg.31/12/07 Qual è il rischio associato alla presenza di aziende RIR (a rischio di incident... D

Le aziende a Rischio Incidente Rilevante (RIR), dette anche “aziende Seveso”, sono quelle che utilizzano, per la loro attività, sostanze classificate come pericolose, e che per questo costituiscono un pericolo per le persone e per l’ambiente.

I D.Lgs 334/99 (Seveso II) e 238/2005 regolamentano questa categoria di aziende, suddividendole in tre sottogruppi in base al livello di rischio, a sua volta valutato in base alla quantità di sostanza pericolosa detenuta dall’azienda. Il D.Lgs 334/99 specifica i diversi adempimenti a cui sono sottoposte le aziende di ciascuna di queste sottocategorie negli art. 5 comma 2, articolo 6 e art. 8, elencati in ordine crescente con il livello di rischio, e quindi con il peso degli adempimenti previsti.

La distribuzione numerica delle aziende soggette agli adempimenti previsti dagli articoli 6 e 8 del D.Lgs 334/99 (che sono quelli relativi ai due livelli di rischio più elevati) può considerarsi un primo indicatore del livello complessivo di rischio presente nel territorio di ciascuna provincia. È tuttavia necessario sottolineare come il livello di pericolosità reale associato a ciascuna azienda non dipenda esclusivamente dalle quantità di sostanze pericolose detenute, ma anche dalle misure di prevenzione e sicurezza in essa adottate. Ad esempio, un’azienda classificata a livello di rischio più elevato in base alle quantità (art. 8), che si sia dotata di misure di sicurezza più avanzate sia in fase progettuale che di esercizio, potrebbe risultare di fatto meno pericolosa di un’azienda classificata al livello di rischio più basso (art. 6), ma priva di adeguate misure di sicurezza.

La distribuzione sul territorio delle aziende RIR consente di valutare le possibili interazioni che tali aziende hanno fra loro, con le infrastrutture e con l’ambiente in generale.

Nella mappa è rappresentato il numero delle aziende RIR soggette agli adempimenti di legge previsti dagli articoli 6 e 8 del D.Lgs 334/99. La grande concentrazione di aziende ad alto rischio è nella provincia di Venezia, ciò è dovuto essenzialmente alla elevata densità di aziende Seveso nel polo industriale di Porto Marghera (Comune di Venezia). La provincia di Belluno, al contrario, si differenzia dal contesto regionale per la presenza di una sola azienda RIR.

La densità di aziende RIR nel territorio regionale risulta pari a 5,3x10-3 aziende/km2, valore decisamente superiore a quello nazionale, pari a 3,8x10-3 aziende/km2; la differenza è leggermente più marcata se si considerano le sole aziende soggette all’art. 8 (3x10-3 aziende/km2 in Veneto, contro le 1,8x10-3 aziende/km2 in Italia). Infatti, rispetto alla media italiana la nostra regione si differenzia anche per il fatto che le aziende soggette all’art. 8 sono più numerose di quelle soggette all’art. 6 (55 contro 42).

Non è possibile effettuare una valutazione del trend dell’indicatore poiché il D.Lgs. 238/2005, variando alcune soglie di riferimento per la definizione dei livelli di rischio (più bassi per gran parte delle sostanze, più alte per i gasoli e combustibili minerali in genere), ha reso i dati successivi al 2005 non confrontabili con quelli degli anni precedenti. Si può comunque affermare che, negli ultimi anni, si osserva una lieve diminuzione delle aziende soggette all’art. 6.

Numero di aziende a rischio di incidente rilevante soggette agli adempimenti previsti dagli articoli 6 e 8 del D.Lgs 334/99.
Metadati
Data ultimo aggiornamento 30/9/2007
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura numero di aziende
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo D.Lgs 334/99 (SEVESO II) D.Lgs 238/05
Valore di riferimento 3,8x10-3 aziende/km2 densità media nazionale aziende RIR
Periodicità di rilevamento dei dati continua
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento fino al 30/9/2007
Unità elementare di rilevazione azienda
Livello minimo geografico Provinciale
Copertura geografica regionale
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento