Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Indicatori Ambientali Ambiente e Salute Pollini allergenici Livelli di Concentrazione di pollini di Graminaceae - Indice pollinico annuo
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Livelli di Concentrazione di pollini di Graminaceae - Indice pollinico annuo A quale concentrazione di pollini in aria sono esposti i residenti? S

DESCRIZIONE

L’indicatore individuato per la descrizione del livello di esposizione della popolazione ai pollini di Graminaceae è l’Indice Pollinico annuo (IP), dato dalla somma delle concentrazioni giornaliere. La concentrazione di pollini nell'aria viene misurata giornalmente da apposite stazioni captaspore (campionatori volumetrici), nel periodo gennaio – novembre. I dati si riferiscono al monitoraggio eseguito dalle stazioni di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia-Mestre, Verona e Vicenza.

OBIETTIVO

L’indicatore non ha valori limite fissati dalla normativa ma esistono intervalli di riferimento, adottati a livello nazionale dall’Associazione Italiana di Aerobiologia (AIA), che classificano la concentrazione giornaliera di pollini in: alta, media, bassa. Tali giudizi possono essere utilizzati per calcolare il numero di giorni in cui la popolazione è maggiormente esposta..

Indice Pollinico annuo, per stazione, anni 2008 - 2018

graminaceae_2008_2018.JPG

clicca sul grafico per scaricare il file dati

faccina gialla L’Indice Pollinico annuo è caratterizzato da una notevole variabilità sia nelle diverse aree monitorate che negli anni. Nel 2018, la stazione di Vicenza ha registrato un valore totale più elevato, seguita da quelli registrati presso Padova, Verona, Rovigo, Venezia-Mestre, Treviso, e Belluno; è da evidenziare che sempre presso la stazione di Vicenza si è rilevato il maggior numero di giorni di “alta” concentrazione dei pollini in aria (58 giorni). Presso la stazione di Vicenza è risultato maggiore anche il pericolo da esposizione in termini di rapporto tra numero di giorni ad “alta concentrazione” e durata delle pollinazioni (45%, il più basso a Belluno con l'8%).

 

L’aggiornamento dell’indicatore con i dati dell’anno 2019 è previsto per giugno 2020.

licenzalicenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 10/7/2019
Fonte dei dati ARPAV, Università degli Studi di Padova, Università degli Studi di Verona
Fonte dell'indicatore ARPAV
Sorgente digitale dei dati banca dati SIRAV
Scopo produzioni di informazioni sintetiche per la valutazione dell’esposizione della popolazione ai pollini allergenici
Unità di misura Concentrazioni giornaliere: granuli/metro cubo di aria (gr/m3)
Metodo di elaborazione Somma aritmetica delle concentrazioni polliniche giornaliere
Riferimento normativo
Valore di riferimento classi di concentrazione (Associazione Italiana di Aerobiologia)
Periodicità di rilevamento dei dati giornaliera
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/2008 - al 23/11/2018
Unità elementare di rilevazione area di 10 Km di raggio attorno alla stazione di monitoraggio
Livello minimo geografico Puntuale
Copertura geografica regione
Aspetti da migliorare
Link utili http://www.pollnet.it/
http://www.ilpolline.it/
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/pollini
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento