Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Indicatori Ambientali Rifiuti Gestione dei rifiuti Il rifiuto urbano residuo
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Il rifiuto urbano residuo La produzione del rifiuto urbano residuo è variata negli anni? P

DESCRIZIONE
Il rifiuto urbano residuo (RUR), che rappresenta quella quota di rifiuto non più recuperabile, risulta fondamentale per la pianificazione regionale e il fabbisogno impiantistico di smaltimento finale.
La produzione RUR viene analizzata a livello regionale e provinciale ed è riferita a ciascun abitante (dato pro capite) per evidenziare eventuali differenze tra le province venete e avere così maggiori informazioni sul territorio. Gli indicatori considerati sono misurati in kg per abitante/anno.

OBIETTIVO
Il valore di riferimento è quello previsto dal Piano Rifiuti al 2020 pari a 100 kg/abitante.

VALUTAZIONE

Negli anni si nota come il RUR pro capite sia diminuito a vantaggio di un aumento della raccolta differenziata (tutto quello che viene raccolto in modo differenziato al lordo degli scarti), andamento che si conferma anche nel 2020 con un valore pari a 109 kg/abitante.
Dal confronto del dato di RUR pro capite del Veneto con quello medio nazionale, emerge una situazione nel complesso positiva poiché il Veneto si colloca ampiamente al di sotto del valore nazionale (180 kg). Rispetto all’obiettivo di Piano al 2020 risulta invece a livello regionale ancora leggermente superiore.

rifiuto_urbano_residuo_2000_2020.png

clicca sul grafico per scaricare il file dati

L’analisi del residuo pro capite evidenzia 3 province (Belluno, Treviso e Vicenza) con valori inferiori alla media regionale e all’obiettivo di Piano al 2020 (100 kg/ab). Ciò corrisponde ad oltre il 66% della popolazione veneta.

rifiuto_urbano_residuo_2020_per_provincia.png

clicca sul grafico per scaricare il file dati

box verde L’andamento dell’indicatore dal 2000 al 2020 evidenzia una progressiva diminuzione della produzione pro capite di rifiuto urbano residuo. Il RUR nel 2020 è pari a 109 kg/abitante, con una diminuzione dell’8,2% rispetto all’anno precedente.

faccina verde Nel 2020 l’indicatore sottolinea come il cittadino veneto produca una quantità ridotta di rifiuto urbano residuo (109 kg), molto di sotto al valore medio nazionale.

 

L’aggiornamento dell’indicatore con i dati dell’anno 2021 è previsto per novembre 2022.

licenzalicenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 22/12/2021
Fonte dei dati comuni
Fonte dell'indicatore ARPAV – Osservatorio Regionale Rifiuti
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura kg/ab*anno
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani e Speciali approvato con D.C.R. n. 30 del 29/04/2015
Valore di riferimento 100 kg/ab*anno 180 kg/ media nazionale 2020 secondo il Rapporto Rifiuti Urbani 2021 (ISPRA)
Periodicità di rilevamento dei dati annuale
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/2000 - al 31/12/2020
Unità elementare di rilevazione
Livello minimo geografico Comunale
Copertura geografica comune
Aspetti da migliorare
Link utili https://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/rapporti/rapporto-rifiuti-urbani-edizione-2021
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento