Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2018 ARIA. I RISULTATI DEI CONTROLLI ARPAV NELLA ZONA DELLA FIERA DI VERONA

ARIA. I RISULTATI DEI CONTROLLI ARPAV NELLA ZONA DELLA FIERA DI VERONA

19/12/2018
— archiviato sotto:

(AAV) Padova, 19.12.2018 – E’ online la relazione finale sul monitoraggio 2018 della qualità dell'aria a Verona-zona Fiera. Tra il 19 febbraio e il 23 aprile 2018 sono stati eseguiti monitoraggi della qualità dell’aria in tre punti della zona Sud di Verona. Due laboratori mobili sono stati posizionati in via Udine, a ovest della zona Fiera, nel parcheggio antistante l’Istituto comprensivo Verona 11, e in via Cacciatori Piemontesi, a est della zona Fiera, vicino alla scuola elementare Massimo D’Azeglio. In via Scopoli, adiacente al lato nord della Fiera, è stato posizionato un campionatore di polveri sottili PM10. Il monitoraggio si inserisce in un programma iniziato nel 2016, che, tramite la realizzazione di indagini in vari periodi compresi tra il 2016 e il 2018, ha permesso di valutare la qualità dell’aria in una zona fortemente influenzata dal traffico veicolare. In particolare la zona della Fiera è attraversata da nord a sud da viale del Lavoro, strada di accesso alla città per i mezzi che provengono dall'autostrada A4 e dalla tangenziale Sud; 150 metri a est del punto di monitoraggio di via Udine si trova via San Giacomo, che costituisce una delle principali vie di accesso alla città dalla parte meridionale della provincia; circa 2 km a sud della Fiera, passa l’autostrada A4. Il principale attrattore di traffico è rappresentato dalla Fiera di Verona, insieme all'ospedale Policlinico di Borgo Roma, 1 km a sud-est del punto di monitoraggio di Via Udine, al centro commerciale Adigeo e al supermercato Esselunga, a sud della Fiera. I risultati della campagna di misura condotta in via Udine, via Cacciatori Piemontesi e via Scopoli confermano quanto già evidenziato dalle misure effettuate in zona Fiera negli anni 2016 e 2017: gli inquinanti più critici sono gli ossidi di azoto e il PM 10. I primi mostrano valori di concentrazione superiori a quelli rilevati presso la centralina di traffico di Verona-Borgo Milano anche in assenza di manifestazioni fieristiche. Le polveri sottili mostrano valori vicini a quelli delle centraline di riferimento del comune di Verona e sono un inquinante critico per tutto il Veneto.

 

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 20/12/2018 08:45