Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Clima e rischi naturali Clima Bilancio Idroclimatico - agg. 31/12/2018
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Bilancio Idroclimatico - agg. 31/12/2018 Verificare la disponibilità idrica annua S

DESCRIZIONE

Il Bilancio Idroclimatico (BIC) rappresenta la differenza tra le precipitazioni e l’evapotraspirazione di riferimento (ET0) entrambi espressi in millimetri (mm).
L’evapotraspirazione di riferimento (ET0) (calcolata con l’equazione di Hargreaves e Samani, basata sulla temperatura media, minima e massima dell’aria e sulla radiazione solare incidente al limite dell’atmosfera) misura la quantità di acqua dispersa in atmosfera, attraverso processi di evaporazione del suolo e traspirazione di una coltura di riferimento (superficie a prato, alta 8-15 cm), uniforme e completamente ombreggiante il terreno, in cui i processi di crescita e produzione non sono limitati dalla disponibilità idrica o da altri fattori di stress.
L’evapotraspirazione è uno dei parametri climatici che entrano in gioco nelle applicazioni legate sia alla razionale utilizzazione delle risorse idriche, in particolare nell’ambito della produzione agraria per poter programmare le irrigazioni, sia a studi di tipo agroclimatologico e nei processi di valutazione ambientale.

OBIETTIVO

Il BIC è un primo indice per la valutazione del contenuto idrico dei suoli, quale saldo tra i mm in entrata (precipitazioni) e quelli in uscita (ET0). Nelle carte del bilancio idrico climatico i valori positivi indicano condizioni di surplus idrico mentre quelli negativi rappresentano condizioni di deficit idrico e condizioni siccitose.
Il BIC rappresentato spazialmente consente di individuare le aree soggette a eventuali condizioni siccitose che hanno caratterizzato la Regione nel corso del 2018 confrontando l’andamento del 2018 con la media di riferimento 1994-2017.

VALUTAZIONE

Evapotraspirazione di riferimento (ET0)
del periodo primavera/estate 2018
Bilancio Idroclimatico (BIC)
del periodo primavera/estate 2018
ico_Evapo_Prim_Est_2018.JPG ico_bilancio_Prim_Est_2018.JPG
Differenza di ET0 del periodo primavera estate 2018
rispetto alla media 1994/2017
Differenza di BIC del periodo primavera estate 2018
rispetto alla media 1994/2017
ico_DIFF_Evapo_Prim_est_2018.JPG


faccina gialla Nel semestre primaverile/estivo 2018 l’ET0 è risultata in gran parte del territorio veneto compresa tra i 600 e i 700 mm. In montagna e nella zona pedemontana sono stati stimati valori più bassi compresi tra i 400 e 600 mm. I valori di ET0 del semestre marzo-agosto 2018 sono stati quasi ovunque vicino o superiori alla media in quasi tutto il territorio regionale e in particolare nella parte orientale.

Il BIC del semestre primaverile-estivo come di consueto risulta essere positivo nelle zone montatane e pedemontane del Veneto mentre nel resto del territorio esso risulta negativo.

L’aggiornamento dell’indicatore con i dati dell’anno 2019 è previsto per settembre 2020

 

licenzalicenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 16/10/2019
Fonte dei dati ARPAV - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio
Fonte dell'indicatore ARPAV - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio
Sorgente digitale dei dati SIRAV
Scopo
Unità di misura millimetri (mm)
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo
Valore di riferimento
Periodicità di rilevamento dei dati giornaliera
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/1994 - al 31/12/2018
Unità elementare di rilevazione stazione di monitoraggio
Livello minimo geografico Puntuale
Copertura geografica regione
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento
Versioni anni precedenti

2006

2007

2009

2010

2011

2012