Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Clima e rischi naturali Rischi naturali Pericolo di valanghe - agg. 30/09/2012
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Pericolo di valanghe - agg. 30/09/2012 Quale è la frequenza di situazioni valanghive pericolosa per le infrastrutture? S

DESCRIZIONE

A livello regionale, il pericolo di valanghe viene generalmente espresso attraverso un valore numerico compreso tra 1e 5 secondo la scala europea. Mentre i gradi bassi della scala (1 e 2) interessano principalmente le attività sportive praticate al di fuori delle zone controllate, i gradi 3, 4 e 5 esprimono una situazione valanghiva potenzialmente pericolosa anche per le infrastrutture (strade, impianti sciistici, abitati) e in generale per tutti gli ambiti controllati la cui gestione comporta normalmente specifici livelli di responsabilità.

Nel presente indicatore viene conteggiato il numero di giorni per i quali almeno una zona della montagna veneta (Dolomiti settentrionali, meridionali, Prealpi bellunesi, vicentine e veronesi) ha riportato un grado di pericolo compreso tra 3 e 5).

OBIETTIVO

Lo stato attuale dell’indicatore è valutato in base all’andamento dei 5 anni precedenti (06/07-10/11), considerando valori normali entro uno scostamento di ± 5 dal valore di riferimento.

VALUTAZIONE

I dati disponibili, ricavati dal Bollettino regionale del pericolo di valanghe (situazione attuale) coprono il periodo dal 1993/1994 (stagione invernale nella quale è stata adottata a livello europeo la scala unificata) al 2011/2012.

box giallo Dalla stagione invernale 1993/1994 il grado 5 di pericolo non è mai stato raggiunto sulla montagna veneta; il grado 4 (forte) è stato raggiunto in poche occasioni, ad eccezione della stagione invernale 2008/2009, in cui si è verificato per ben 19 casi (dato riferito alle Dolomiti meridionali). Il trend nell’utilizzo del grado 3 (marcato) presenta una situazione di stazionarietà o leggero aumento.

faccina verde Nella stagione invernale 2011/2012 non si sono verificate situazioni che hanno comportato l’utilizzo dei gradi 4 e 5; l’utilizzo del grado 3 (11) è stato nettamente inferiore alla media delle 5 stagioni invernali precedenti (47) a testimonianza di un inverno non particolarmente critico dal punto di vista valanghivo.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 30/10/2012
Fonte dei dati ARPAV - Centro Valanghe di Arabba
Fonte dell'indicatore ARPAV - Centro Valanghe di Arabba
Sorgente digitale dei dati Archivio Centro Valanghe Arabba
Scopo
Unità di misura punteggio (da 1 a 5)
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo
Valore di riferimento Media 06/07-10/11 stato attuale; intera serie trend
Periodicità di rilevamento dei dati giornaliera
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/10/1993 - al 30/9/2012
Unità elementare di rilevazione puntuale
Livello minimo geografico Puntuale
Copertura geografica regionale
Aspetti da migliorare
Link utili http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/neve
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento
Elaborazione dei dati

Pericolo valanghe 1993-2012

Versioni anni precedenti

2006

2007

2009

2010