Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2016 LA NUOVA STAZIONE DI MONITORAGGIO SISMICO A BELLUNO

LA NUOVA STAZIONE DI MONITORAGGIO SISMICO A BELLUNO

05/10/2016

(AAV), Belluno 5 ottobre 2016 – E’ stato installato all’interno della sede ARPAV di Belluno, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Matematica e Geoscienze dell’Università degli Studi di Trieste, una nuova stazione sismologica “Strong Motion”, idonea a registrare eventi rilevanti.

Si intensifica così la rete accelerometrica nazionale denominata “RAN” di cui fanno già parte le 3 stazioni sismologiche “Strong Motion” installate da ARPAV, nell’ambito del Progetto Europeo Interreg Italia-Austria “HAREIA”, a Ponte nelle Alpi presso la scuola “Pertini” di Canevoi, nel centro di Danta di Cadore e a sul passo Valles in comune di Falcade presso la stazione di monitoraggio di ARPAV.

L’area nord est (Veneto e Friuli Venezia Giulia) della rete nazionale, che conta oltre 500 sismografi in tutta Italia, è gestita dal Dipartimento di Matematica e Geoscienze dell’Università degli Studi di Trieste in collaborazione con vari enti locali fra cui ARPAV per le 4 stazioni bellunesi.

In caso di evento sismico, i dati registrati dalle stazioni ARPAV ed elaborati dall’Università di Trieste concorrono alla valutazione della magnitudo e alla definizione dell’area in cui origina l’evento sismico.

Il report dell’evento sismico sono visibili nel sito http://ran.protezionecivile.it/IT/index.php?evid=343674
della Protezione Civile e http://terremoti.ingv.it/it/ dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

La nuova stazione è particolarmente significativa perché inserita nel tessuto urbano della città di Belluno e risulta complementare alle altre già presenti.

La strumentazione installata è, come per le altre stazioni presenti nel Veneto e Friuli, un “high dynamic range strong motion accelerograph” ovvero uno strumento in grado di restituire dati ottimali anche in caso di terremoti forti nell’area di installazione, senza rischi di saturazione.

 

SISMOGRAFO INTERNO

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 05/10/2016 11:31