Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2016 Marine Strategy – L’80% dei rifiuti è di plastica

Marine Strategy – L’80% dei rifiuti è di plastica

29/11/2016

(AAV), Padova 29 novembre 2016 – Con la Direttiva Quadro sulla Strategia per l’Ambiente Marino – Marine Strategy, recepita in Italia dal D.Lgs 190/2010, le ARPA costiere sono state impegnate quest’anno in nuove attività integrative.

Non solo il quadro d’azione delle attività per il monitoraggio delle acque marine è stato esteso fino alle 12 miglia nautiche dalla costa, ma sono subentrate anche nuove tipologie di indagini quali come la rilevazione delle microplastiche in mare, il censimento dei rifiuti spiaggiati, l’analisi del danno fisico dei fondali in conseguenza alle attività di pesca e la rilevazione di specie aliene di plancton.

Durante il primo anno di attività concluso a Giugno 2016 per esempio, le indagini sulle acque al largo hanno evidenziato come, già a partire dalle 4 miglia nautiche, la concentrazione di nutrienti derivanti dall’apporto fluviale cali notevolmente. L’elevata trasparenza e salinità dell’acqua denotano un ambiente completamente diverso rispetto a quello sotto costa.

Per i rifiuti spiaggiati e le microplastiche in mare è emerso chiaramente che la maggior parte dei rifiuti rinvenuti in spiaggia appartengono alla categoria delle plastiche (60-90% del totale dei rifiuti censiti) e che in tutti i campioni prelevati in mare, per le analisi delle microplastiche, è presente una componente predominante di frammenti e filamenti di microplastiche flottanti in superficie. A livello europeo è infatti stimato che l’80 % circa delle microplastiche flottanti in mare sia di origine terrestre e solo il 20% provenga dalle attività che si svolgono in mare.

Per questo è importante che accanto alle attività di censimento dei rifiuti su spiaggia e di analisi delle plastiche in mare vengano effettuate delle campagne di informazione e sensibilizzazione continua verso il cittadino e verso tutti i fruitori del mare.

Queste nuove attività di monitoraggio, che continueranno anche nei prossimi anni, permetteranno di valutare e tenere sotto controllo su una scala più ampia lo stato del mare Veneto.

                                                          Marine Strategy

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 29/11/2016 11:47