Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2021 ANCORA LIVELLI DI PM10 DIFFUSAMENTE OLTRE IL VALORE LIMITE GIORNALIERO

ANCORA LIVELLI DI PM10 DIFFUSAMENTE OLTRE IL VALORE LIMITE GIORNALIERO

25/02/2021

AAV, Padova 25 febbraio 2021 - A causa del protrarsi delle condizioni di alta pressione, con marcate inversioni termiche, accentuate anche dall’avvezione di aria più calda in quota nella giornata di mercoledì 24 febbraio, permane il diffuso superamento del valore limite giornaliero di 50 µg/m3 in buona parte del territorio regionale. Solo nella giornata di lunedì 22, la deposizione umida dovuta alla presenza di nebbie fitte, ha favorito un temporaneo calo delle concentrazioni, che si sono portate al di sotto il valore limite, in alcune stazioni della rete di monitoraggio, per poi risalire nuovamente il 23 e il 24 febbraio. Soltanto a VE-Bissuola e a San Donà di Piave le concentrazioni di polveri PM10 si sono attestate al di sotto del valore limite giornaliero per due giorni consecutivi (il 22 e il 23 febbraio) permettendo così il rientro in condizioni di allerta 0 (verde), come previsto dall’Accordo di Bacino Padano (https://www.arpa.veneto.it/inquinanti/bollettino_allerta_PM10.php).

Per quanto detto, da domani, 26 febbraio 2021, almeno fino a tutta la giornata del 1 marzo, sarà in vigore il livello di allerta 1 per il particolato PM10 (colore arancio) nelle aree di seguito elencate:

  • Treviso, Padova, Vicenza, Verona;
  • Aree di Castelfranco Veneto, Mansuè, Mirano, Rovigo, Badia Polesine, Este, Cinto Euganeo, Monselice, Piove di Sacco, Cittadella, Bassano, Schio, Legnago e San Bonifacio.

Saranno invece in allerta 0 per il particolato PM10 (colore verde) l’Agglomerato di Venezia, le aree di Belluno, Feltre, Adria, Conegliano, Chioggia, San Donà.

Fino alle prime ore di sabato 27 febbraio, il tempo sarà ancora stabile con marcate inversioni termiche; pertanto le condizioni atmosferiche saranno ancora tali da determinare il ristagno delle polveri sottili soprattutto nelle ore notturne. Un temporaneo cedimento del promontorio anticiclonico, che inizierà in quota dal pomeriggio di venerdì, determinerà un cambiamento delle condizioni di dispersività nel corso della giornata di sabato, quando giungerà una saccatura da nord-ovest che porterà un po’ di variabilità. Anche se non si verificheranno precipitazioni, sono previste un’attenuazione dell’inversione termica e, tra la mattina di sabato e quella di domenica, una moderata intensificazione dei venti dai quadranti orientali. Quindi nel fine-settimana il rimescolamento attivato dal rinforzo dei venti e la minore subsidenza potranno favorire un calo delle concentrazioni di PM10.

PM10 bollettino allerta 250221

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 25/02/2021 11:44