Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2022 INCENDIO LONGARONE. AGGIORNAMENTO ARIA BELLUNO E TREVISO

INCENDIO LONGARONE. AGGIORNAMENTO ARIA BELLUNO E TREVISO

26/03/2022

Sono disponibili nel sito dell’Agenzia i dati medi delle concentrazioni di polveri PM10 relative alle giornate del 24 e 25 marzo.

stazione

PM10 concentrazione media

giornaliera 24/3/22

PM10 concentrazioni media

Giornaliera 25/3/22

Belluno Parco città di Bologna

114 µgm3

52 µgm3

Belluno La Cerva

135 µgm3

55 µgm3

Alpago

69 µgm3

193 µgm3

Conegliano

86 µgm3

42 µgm3

Treviso Via Lanceri di Novara

60 µgm3

52 µgm3

I livelli di concentrazione di PM10 rilevati dopo i superamenti del valore limite di 50 µgm3 riscontrati nella giornata di giovedì, sono rientrati nei valori tipici del periodo per le stazioni della provincia di Treviso  mentre permangono leggermente superiori in provincia di Belluno con l’eccezione di Pieve d’Alpago dove i livelli risultano elevati.

Le indagini sulla presenza di idrocarburi policiclici aromatici sono state eseguite nelle giornate del 24 e 25 a Belluno capoluogo, Feltre, Longarone e Ponte nelle Alpi per la provincia di Belluno e a Treviso capoluogo, Conegliano, Mansuè, Vittorio Veneto per la provincia di Treviso.

I risultati degli idrocarburi policiclici aromatici eseguiti a Treviso indicano livelli estremamente contenuti di benzo(a)pirene con un valore massimo rilevato a Manusè nel giorno 25 di 0.37 nanogrammi/metrocubo.

I risultati di idrocarburi policiclici aromatici eseguiti a Belluno indicano livelli contenuti di benzo(a)pirene con un valore massimo rilevato a Belluno il 24 di 1.93 nanogrammi/metrocubo, a Feltre il 24 di 2.12 nanogrammi/metrocubo, a Longarone il 25 di 0.28 nanogrammi/metrocubo e a Ponte nelle Alpi il 24 di 0.70 nanogrammi/metrocubo indicando un effetto contenuto nell'incendio che si è sommato ad altre fonti emissive.

Si ricorda che la normativa non prevede un limite orario o giornaliero per il benzo(a)pirene, ma un valore obiettivo di 1 nanogrammo/metrocubo come media annuale e che i valori riscontrati continuano ad essere dello stesso ordine di grandezza.

Per il fine settimana permarranno le condizioni di stabilità atmosferica con ventilazione per lo più debole, solo a tratti moderata, legata al regime di brezza, mentre non sono previsti eventi di pioggia che potrebbero contribuire alla risoluzione dell'evento.

ARPAV continuerà a seguire anche nei prossimi giorni l'evoluzione della qualità dell'aria e delle condizioni meteorologiche.

Pertanto le raccomandazioni impartire continuano ad essere coerenti con gli attuali dati ambientali.

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 28/03/2022 10:21