Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2022 PM10. IN VENETO E NELLE AREE DEL BACINO PADANO CONTINUA L’EPISODIO DI ACCUMULO

PM10. IN VENETO E NELLE AREE DEL BACINO PADANO CONTINUA L’EPISODIO DI ACCUMULO

28/01/2022

 

(AAV), 28 gennaio - Da oltre due settimane permane in Veneto una situazione meteorologica di stabilità che è all’origine di un significativo e lungo episodio di accumulo degli inquinanti atmosferici. In questa condizione si sono registrati numerosi superamenti consecutivi del valore limite giornaliero del PM10.

In alcune singole giornate delle ultime due settimane le concentrazioni di polveri sono scese temporaneamente al di sotto del valore limite in diverse aree del Veneto che si trovavano in allerta arancio o rossa: tali eventi non sono stati tali da fare variare nel complesso i livelli di allerta, visto che l’episodio a tutt’oggi non è concluso. Si ricorda inoltre che la condizione richiesta per il rientro al livello di allerta 0 (verde) è di due giorni consecutivi di rispetto del valore limite giornaliero.

Rispetto all’ultimo bollettino, si segnalano in particolare l’attivazione del livello di allerta 2 nell’area di Rovigo e di Cinto Euganeo e l’attivazione del livello di allerta 1 nell’area di Chioggia e Adria; con il bollettino odierno si osserva, quindi, che il territorio interessato dalle allerte arancio e rossa si è esteso, includendo anche le aree più meridionali della Regione.

Riguardo alle previsioni meteorologiche, oggi transiterà in quota un impulso di aria più fredda da nord-est, che comporterà qualche annuvolamento e una temporanea attenuazione dell’inversione termica. Nel corso del fine settimana il tempo tornerà ad essere stabile, ventoso in montagna, poco ventilato in pianura.
Il passaggio odierno determinerà in parte condizioni meno critiche per l’accumulo delle polveri sottili, ma da sabato il contesto meteorologico risulterà ancora in prevalenza favorevole al ristagno degli inquinanti.

Fenomeni di prolungato superamento non sono infrequenti nei mesi invernali e interessano in generale tutte le aree del bacino padano. Ad eccezione dello scorso anno che ha registrato condizioni dispersive superiori alla media del periodo.

 

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 28/01/2022 13:26