Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Idrosfera Inquinamento delle risorse idriche Conformità degli agglomerati ai requisiti di collettamento -agg. 2015
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Conformità degli agglomerati ai requisiti di collettamento -agg. 2015 Gli agglomerati sono conformi ai requisiti dettati dalla Direttiva 91/271/CEE? R

DESCRIZIONE

L’indicatore fornisce informazioni sulla conformità degli agglomerati con carico generato maggiore di 2.000 Abitanti Equivalenti (AE) ai requisiti di collettamento a fognatura delle acque reflue urbane stabiliti dalla Direttiva 91/271/CEE.
La Direttiva 91/271/CEE definisce “agglomerato” come l'area in cui la popolazione e/o le attività economiche sono sufficientemente concentrate così da rendere possibile la raccolta ed il convogliamento delle acque reflue urbane verso un impianto di trattamento di acque reflue urbane o verso un punto di scarico finale. Per “carico generato” s’intende il carico organico biodegradabile dell’agglomerato espresso in AE, costituito dalle acque reflue domestiche collettate o che devono essere collettate (acque reflue provenienti da insediamenti di tipo residenziale e da servizi) e da quelle industriali recapitanti nelle reti fognarie. Tiene conto della popolazione residente, di quella fluttuante (non residente) e delle acque reflue industriali generate da imprese e da attività economiche che sono o devono essere scaricate nel sistema di collettamento pubblico. Il carico generato include anche le acque reflue generate in un agglomerato e trattate in sistemi individuali o altri sistemi adeguati.

OBIETTIVO

La Direttiva 91/271/CEE prevede che tutti gli agglomerati al di sopra dei 2.000 AE siano provvisti di rete fognaria oppure, laddove la realizzazione di una rete fognaria non fosse giustificata perché non presenterebbe vantaggi dal punto di vista ambientale o perché comporterebbe costi eccessivi, siano dotati di sistemi individuali o di altri sistemi adeguati che raggiungano lo stesso livello di protezione ambientale.
Un agglomerato viene considerato conforme, ai sensi dell'art. 3 della Direttiva, quando raggiunge il completo collettamento dei reflui in fognatura e/o quando gli stessi sono trattati avvalendosi di sistemi individuali o di altri sistemi che raggiungano lo stesso livello di protezione ambientale.
In base alle indicazioni ministeriali si pone come soglia limite sulla quale valutare la conformità degli agglomerati il 98% di collettamento a fognatura del carico generato.
La Regione Veneto, con il supporto di ARPAV e dei Consigli di Bacino, ha avviato la revisione degli agglomerati del Veneto sia in termini di delimitazione geografica che di carico prodotto come riportato nella DGR 1955 del 23/12/2015. In base alla nuova configurazione sono attualmente censiti in Veneto 716 agglomerati di cui 209 con carico generato pari o superiore ai 2.000 AE.

VALUTAZIONE

faccina gialla Nel 2015 si rileva un lieve miglioramento del grado di collettamento in fognatura dei reflui generati negli agglomerati del Veneto. Dei 209 agglomerati con carico generato pari o superiore ai 2.000 AE, 72 (il 34% del totale) presentano una percentuale collettamento pari o superiore al 95% (nel 2009 era pari al 31%). Dei restanti 137 agglomerati, invece, 74 (pari al 35% del totale) dispongono comunque di un buon grado di collettamento (compreso tra l’80% e il 95%), 51 presentano una percentuale di reflui allacciati compresa tra il 60% e l’80%, mentre sono 12 (pari al 6% del totale) quelli caratterizzati da un livello di copertura delle reti al di sotto del 60%.

Distribuzione della percentuale di collettamento del carico generato negli agglomerati - anno 2015

distribuzione_percentuale_collettamento_2015.jpg

clicca sull'immagine per scaricare il file dati

Suddivisione per provincia degli agglomerati al di sopra dei 2.000 AE - anno 2015

agglomerati_province_2015.jpg

clicca sull'immagine per scaricare il file dati


box verde Lo stato dell’indicatore è positivo in quanto per gli agglomerati di dimensioni pari o superiore ai 2.000 AE il carico generato risulta essere collettato in rete fognaria e trattato in impianti di depurazione di acque reflue urbane per il 90% del totale (nel 2009 era del 89%) ed il restante 10% viene trattato avvalendosi di sistemi individuali o di altri sistemi che raggiungano lo stesso livello di protezione ambientale.

L’aggiornamento dell’indicatore è previsto per marzo 2021.

 

licenzalicenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 22/3/2017
Fonte dei dati Regione Veneto – ARPAV – Consigli di Bacino
Fonte dell'indicatore ARPAV
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura Abitanti Equivalenti (AE)
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo Direttiva 91/271/CEE - D.Lgs. 152/06 - P.T.A.
Valore di riferimento Collettamento a fognatura del carico generato pari a 98%
Periodicità di rilevamento dei dati biennale
Periodicità di rilevamento dell'indicatore quinquennale
Periodicità di riferimento dal 1/1/2005 - al 31/12/2015
Unità elementare di rilevazione
Livello minimo geografico Provinciale
Copertura geografica regione
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento