Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Indicatori Ambientali Agenti fisici Radiazioni non ionizzanti Numero e localizzazione delle Stazioni Radio Base (SRB)
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Numero e localizzazione delle Stazioni Radio Base (SRB) Qual è la concentrazione di SRB sul territorio? PS

DESCRIZIONE
Nel corso del 2019 il numero totale degli impianti attivi sul territorio regionale è passato da 6.356 a 6.392, aumentando di poco e rimanendo comunque confrontabile con quello degli ultimi 3 anni.
La novità più importante del 2019 è l’installazione dei primi impianti con la nuova tecnologia 5G. Alla tecnologia 5G sono state assegnate tre bande di frequenza: 700 MHz, 3.7 GHz e infine 26 GHz.
ARPAV ha già rilasciato parere favorevole all’installazione di impianti con tecnologia 5G, e al 31 dicembre 2019 ne sono stati attivati due alla frequenza di 3.7 GHz. Le frequenze della banda 700 MHz sono attualmente assegnate alla radiotelevisione e saranno disponibili dal 1 luglio 2022. Non sono per ora pervenute richieste per impianti nella banda a 26 GHz.
Relativamente alle altre tecnologie, è proseguita anche nel 2019 la diffusione del numero di servizi LTE (noto come 4G); comparso per la prima volta nel 2012, il 4G è ora ampiamente diffuso, tanto da aver ormai raggiunto il 3G.
Nel 2019, il quarto operatore ILIAD S.p.A. ha proseguito con l’implementazione della sua rete e ha cominciato ad attivare gli impianti.
Nel territorio veneto si trovano (al 31/12/2019) 8.192 impianti censiti, di cui 6.392 effettivamente attivi e 1.800 previsti ma non ancora operativi.

OBIETTIVO

Non è stato identificato un valore soglia per la valutazione dello stato attuale dell'indicatore.

VALUTAZIONE
Le valutazioni previsionali, eseguite da ARPAV ai sensi del D.Lgs. 259/2003 per il rilascio dell’autorizzazione all’installazione e alla riconfigurazione degli impianti, garantiscono che presso gli edifici l’intensità del campo elettrico sia inferiore alla soglia di 6 V/m, valore di attenzione e obiettivo di qualità stabilito dalla normativa (DPCM 8/7/2003) e che in tutto il territorio circostante l’impianto, sia rispettato il livello di esposizione di 20 V/m (DPCM 8/7/2003).

Numero di Stazioni Radio Base attive in Veneto dal 2003 al 2019

srb_attive_veneto_2003_2019.JPG

Clicca sul grafico per scaricare il file dati

box rosso Il trend della risorsa è in peggioramento: l’aumento del numero di stazioni radio base e l’aumento delle tecnologie implementate su ogni impianto, fa sì che i valori di campo elettrico calcolati e misurati da ARPAV, risultino superiori agli anni precedenti, pur mantenendosi al di sotto delle soglie previste dalla normativa vigente.

Mappa SRB Veneto - anno 2019

srb_attive_veneto_2019.JPG

Clicca sulla mappa per visualizzare meglio le stazioni sul territorio

L’aggiornamento dell’indicatore al 2020 sarà pubblicato entro febbraio 2021.

 

licenzalicenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 7/2/2020
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura Numero
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo LQ 36/2001; DPCM 8/7/2003; D. Lgs. 259/03
Valore di riferimento
Periodicità di rilevamento dei dati continua
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/2003 - al 31/12/2019
Unità elementare di rilevazione stazione radio base
Livello minimo geografico Provinciale
Copertura geografica regione
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento