Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Indicatori Ambientali Rischi antropogenici Rischio industriale Numero di impianti soggetti ad autorizzazione integrata ambientale (IPPC)
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Numero di impianti soggetti ad autorizzazione integrata ambientale (IPPC) Qual è la distribuzione e la tipologia nel Veneto delle aziende IPPC? R

DESCRIZIONE

Le aziende soggette alla normativa IPPC (Integrated Pollution Prevention and Control), dette anche “aziende IPPC/aziende AIA” sono individuate, per tipologia di attività e soglie di produzione, negli allegati VIII e XII alla parte II del D.Lgs 152/06 e s.m.i.. Le attività sono ripartite in sei macrocategorie “codici IPPC” che raggruppano attività energetiche, produzione e trasformazione dei metalli, industria dei prodotti minerali, industria chimica, gestione dei rifiuti, allevamento di animali.

La direttiva IPPC impone il rilascio di un'Autorizzazione Autorizzazione Integrata Ambientale “AIA” . Il provvedimento ha lo scopo di individuare e stabilire tutte le misure necessarie affinché l’Azienda garantisca una gestione delle emissioni prodotte sulle varie matrici (aria, acqua, suolo, rifiuti) attraverso un elevato livello di protezione dell'ambiente e della salute delle persone adottando un approccio integrato alla riduzione e prevenzione in tutte le fasi di vita dell’impianto (dalla sua attivazione alla dismissione).

OBIETTIVO

La distribuzione numerica sul territorio delle aziende AIA, per categoria e per provincia, è un indice immediato che permette di leggerne la pressione ambientale. Non esiste al momento un riferimento nazionale per la valutazione dello stato dell’indicatore.

VALUTAZIONE

Il Veneto a livello nazionale è una tra le prime regioni come numero di aziende IPPC nel territorio, insieme alla Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte.

Attualmente in Veneto gli impianti in possesso di autorizzazione integrata ambientale sono in totale 971.

impianti_IPPC_per_provincia_al_31dic2019.JPG

Fig 1- Numero impianti con autorizzazione IPPC per provincia, aggiornamento al 31/12/2019

Tipologie attività riportate all’Allegato VIII alla parte seconda del D.Lgs. 152/2006n. aziende
1. attività energetiche 13
2. produzione e trasformazione dei metalli 129
3. industria dei prodotti minerali 46
4. industria chimica 35
5. gestione dei rifiuti 147
6. altre attività, quali impianti della fabbricazione della carta,
della concia delle pelli, dei prodotti alimentari,
della trasformazione del latte,
per l'allevamento intensivo, etc.
601

Analizzando le specifiche tipologie di attività industriali esercitate all’interno del territorio regionale emerge che quasi i due terzi delle aziende IPPC del Veneto ricadono nel punto 6 dell'allegato VIII al D.lgs 152/06.

IPPC_n._impianti_2011_2019.JPG

Fig. 2 - Numero di impianti in Veneto con autorizzazione IPPC , anni 2011, 2012 e 2015 e 2019

Rispetto al 2015 in numero di impianti in Veneto con autorizzazione IPPC è aumentato di quasi 100 unità. L'andamento dell'indicatore rimane incerto.

L’aggiornamento dell’indicatore con i dati dell’anno 2020 è previsto per gennaio 2021

licenzalicenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 24/3/2020
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura numero di aziende
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo D.Lgs. 152/06 s s.m.i.
Valore di riferimento
Periodicità di rilevamento dei dati continua
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/2011 - al 31/12/2019
Unità elementare di rilevazione azienda
Livello minimo geografico Puntuale
Copertura geografica regione
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento
Versioni anni precedenti

2011

2012

2015