Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Dati ambientali Open Data Idrosfera Acque marino costiere e Acque di transizione Acque marino costiere e Acque di transizione - Dati macrozoobenthos

Acque marino costiere e Acque di transizione - Dati macrozoobenthos

Lista delle specie e relative abbondanze rilevate nei campioni di sedimento (tre repliche a campione); le abbondanze sono espresse in Numero individui/metro quadro. Anni 2008-2012 e 2014. 2017 disponibile per AMC e 2018 per AT

Dato

Licenza

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Tipo di file

CSV

Download

Scarica i dati

freccia verde Dati macrozoobenthos anni 2008 - 2012, 2014, per AMC 2017,  per AT 2018

Informazioni sul dato

Descrizione

Le indagini riguardano lo studio delle comunità macrozoobentoniche dei fondi mobili (sabbia e/o fango) che caratterizzano i fondali marini e degli ambienti di transizione del Veneto. Le popolazioni presenti sono esposte in maniera continua sia a fattori che ne supportano lo sviluppo (es. radiazione solare, nutrienti) sia a fattori che possono causarne una alterazione (es. variazioni fisico-chimiche delle acque, presenza di inquinanti, dragaggi). Lo studio della composizione e della struttura (attraverso il calcolo di indici) delle comunità bentoniche dei fondi mobili sono utilizzati per valutare possibili cambiamenti e individuare eventuali alterazioni dell'area studiata.

http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/acqua/file-e-allegati/documenti/acque-di-transizione

 

Approfondimento normativo
La normativa in vigore (D.M. 260/2010; D.Lgs. 172/2015) prevede che le indagini su alcuni elementi di qualità biologica o EQB (ad esempio macroinvertebrati per le acque marine, macroinvertebrati e macrofite per le acque di transizione) vengano eseguite con cadenza triennale, cioè un anno nel triennio di monitoraggio operativo; solo l’EQB Fitoplancton viene monitorato tutti gli anni. Anche per quanto riguarda la matrice sedimento (se non utilizzata per classificare lo stato chimico), la normativa attuale indica una cadenza di campionamento triennale ai fini dell’analisi della tendenza a lungo termine delle concentrazioni delle sostanze dell’elenco di priorità.
Per motivi logistici gli anni di campionamento di tali matrici per le acque marine e per le acque lagunari sono differenti.

 

Data ultima modifica del dato

09/10/2019

Azioni sul documento

ultima modifica 24/03/2020 13:01

Informazioni ambientali - ricerca avanzata

ricerca_avanzata_documenti.jpg