Strumenti personali

CIRCE2020

Expansion of the CIRcular Economy concept in the Central Europe local productive districts

Sviluppo del concetto di Economia Circolare nei distretti produttivi locali dell’area Central Europe

Il progetto in breve               CIRCE2020 logo CIRCE2020

Area tematica

Economia Circolare

Programma di riferimento Interreg Central Europe. Il programma finanzia progetti di cooperazione trasnazionale, con particolare riferimento a quattro aree tematiche: innovazione in ambito urbano o regionale, riduzione delle emissioni climalteranti, tutela delle risorse naturali e culturali, miglioramento dei trasporti
Periodo di realizzazione

Luglio 2017- giugno 2020

Obiettivi Lo scopo del progetto è quello di indurre un cambiamento nel sistema produttivo ed economico delle aree di progetto, favorendo la transizione dall’economia lineare ad un modello di economia circolare. Per raggiungere questo obiettivo saranno realizzate in 5 zone produttive dell’area Central Europe esperienze pilota di Economia Circolare, che saranno accompagnate da un’articolata attività di disseminazione, nudging actions e coinvolgimento degli stakeholder.
Sito http://www.interreg-central.eu/Content.Node/CIRCE2020.html
Stato di avanzamento e news

2017
Il progetto è stato avviato nel luglio del 2017; in ottobre si è svolta la prima riunione ufficiale con i vari partner. Attualmente sono in corso le attività preparatorie di analisi per l’individuazione degli ambiti in cui realizzare le esperienze pilota.

2018
I partner di progetto sono stati impegnati nell’analisi del proprio background territoriale, con lo scopo di individuare, ciascuno nella propria area, gli elementi di carattere normativo, territoriale e tecnologico che possono influire in modo negativo o positivo sull’affermazione del modello economico circolare. Questa attività è stata condotta anche grazie all’avvio del “Forum permanente con gli stakeholders”: ARPAV ed ETRA, per la compagine italiana, hanno incontrato le associazioni di categoria, le università venete, alcuni uffici Regionali, singole aziende e associazioni ambientaliste condividendo le proprie strategie progettuali e raccogliendo spunti e riflessioni sul tema dell’economia circolare.
A marzo i partner si sono incontrati a Budapest nell’ambito del “Capitalization seminar”, in cui con l’intervento di esperti esterni, sono state presentate e discusse applicazioni di eccellenza di economia circolare provenienti da vari paesi dell’UE. Sono state inoltre gettate le basi per la definizione della metodologia con cui ogni partner dovrà indagare nella propria realtà territoriale per individuare i casi pilota: con l’ausilio di una tecnica denominata Materials Flow Analisys (MFA) ogni partner dovrà individuare dei flussi di rifiuti/ materiali da analizzare nelle proprie esperienze pilota, la cui “circolarità” verrà valutata con l’applicazione del Life Cycle Assessment (LCA) e del Life Cycle Costing (LCC). leggi il comunicato stampa
A maggio ARPAV ed ETRA hanno organizzato un evento tematico sul tema dell’economia circolare: “Situazioni di economia circolare nella filiera del cibo: prevenzione dello spreco alimentare e recupero dello scarto organico” nell’ambito dell’iniziativa “Fare i conti con l’ambiente”a Ravenna. leggi la notizia
In ottobre i partner si sono incontrati a Padova per l’evento “LCA-LCC training”: lo sviluppo del tool per l’implementazione e l’analisi dei casi pilota è concluso ed è stato ufficialmente presentato ai partner.

2019
Prosegue l’attività di ARPAV ed ETRA nell’organizzazione di eventi tematici sul tema dell’economia circolare: a gennaio è stato proposto agli operatori del settore agricolo un incontro tecnico su “Bioplastiche ed applicazioni in agricoltura”, mentre a febbraio per gli operatori del settore pubblico sono stati organizzati due incontri sul tema del Green Public Procurement (GPP).

A marzo i partner si sono incontrati a Innsbruck per una prima verifica dello stato di avanzamento dei casi pilota e per programmare le attività previste per il 2019, con un focus specifico sulle azioni di comunicazione. leggi la notizia 
Sulla base dei risultati del meeting di Innsbruck, tutti i partner hanno continuato nello sviluppo delle azioni pilota, completando gli studi di LCA (Life Cycle Analysis) e LCC (Life Cycle Costing), in modo da confermare, oltre alla sostenibilità ambientale, anche quella economica delle azioni pilota implementate.

Dal 15 al 17 ottobre si è svolto a Poznan (PL) il quarto meeting di progetto. Nella prima giornata sono stati presentati, in un evento pubblico patrocinato dalle autorità regionali polacche, le analisi di LCA e LCC dei casi pilota. I giorni successivi sono stati dedicati allo sviluppo delle attività di comunicazione e di disseminazione dei risultati del progetto. Fra queste, si segnala “La settimana dell’Economia Circolare”, che per l’area italiana si è svolta dal 18 al 23 novembre 2019.

Settimana dell'Economia Circolare in Veneto 18 - 22 novembre 2019
Il primo evento, denominato “Verso un piano regionale per l’economia circolare – Premi compraverde Buygreen Veneto”, svoltosi a Venezia presso il Palazzo della Regione, ha riunito i rappresentati delle Istituzioni, del mondo produttivo e della ricerca per presentare idee, proposte ed aspettative per contribuire alla predisposizione di un Piano regionale da condividere con la Regione del Veneto. Durante il pomeriggio è stato dedicato uno spazio particolare al tema degli acquisti verdi, alle azioni della Regione del Veneto ed ai casi virtuosi di aziende ed amministrazioni.
Il giorno seguente, insieme con i partner italiani di progetto, ETRA S.p.A., è stato organizzato un corso per i giornalisti dal titolo: “Economia Circolare, non solo plastica” tenutosi a Campodarsego. La giornata è stata impreziosita dalla visita all’impianto gestito da ETRA in cui è stato sviluppato uno dei casi pilota relativo al Solfato d’Ammonio, prodotto dalla lavorazione del percolato di discarica e che verrà utilizzato come fertilizzante in agricoltura.

ARPAV ha inoltre promosso, presso gli istituti scolastici superiori di Padova, un’attività formativa sul tema attraverso la realizzazione di laboratori teatrali, rivolti agli studenti di 4° e 5° superiore. link alla notizia

La settimana si è conclusa con due eventi organizzati a Bassano del Grappa a cui hanno partecipato anche i Partner di progetto. Il primo in cui si è discussa una linea comune per l’identificazione di aziende target e le attività di vouchering mentre nel secondo i rappresentanti delle aziende in cui sono stati sviluppati i casi pilota si sono uniti ai partner di progetto nella visita all’impianto di ETRA in cui avviene l’upgrading da biogas a biometano avendo come punto di partenza il rifiuto umido. Il biometano così prodotto andrà ad alimentare i mezzi di raccolta rifiuti rappresentando un virtuoso esempio di economia circolare. Il meeting è continuato con una tavola rotonda che ha visto tra i partecipanti i rappresentanti dei casi pilota per discutere varie tematiche di interesse comune, come ad esempio eventuali problemi incontrati e possibili soluzioni.
pagina dedicata alla settimana

Attività ARPAV

ARPAV è lead partner ed è pertanto responsabile della gestione tecnica ed economica del progetto. In collaborazione con ETRA predispone la strategia operativa del progetto ed è inoltre responsabile del WPT3, in cui saranno implementate le esperienze pilota.

Budget totale 2.343.710,00 euro
Budget ARPAV 419.292,00 euro
Capo Progetto ARPAV Lorena Franz lorena.franz@arpa.veneto.it
Referente scientifico ARPAV Lorena Franz lorena.franz@arpa.veneto.it
Coordinamento Progetti Servizio Pianificazione, Progettazione e Sviluppo progetti@arpa.veneto.it

PARTNERSHIP

RuoloSoggettoPaese
Leader Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell’Ambiente del Veneto Italia
Partner ETRA – Energie Territorio Risorse Ambiente SPA Italia
Partner AM TRANS PROGRES SP. Z O.O. Polonia
Partner IFKA Iparfejlesztési Közhasznú Nonprofit Kft. Ungheria
Partner Bay Zoltán Alkalmazott Kutatási Közhasznú Nonprofit Kft. Ungheria
Partner Abfallwirtschaft Tirol Mitte GmbH Austria
Partner Javna ustanova RERA SD za koordinaciju i razvoj Splitsko-dalmatinske županije Croazia
Partner Čistoća Cetinske krajine d.o.o. Croazia
Azioni sul documento

ultima modifica 05/02/2020 17:37