Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Meteo Primavera 2005

Meteo Primavera 2005

 

La primavera meteorologica del 2005 in Veneto inizia con un clima molto rigido che registra punte minime record tra l'1 e il 2 Marzo: i valori risultano in prevalenza compresi tra i -6 e i -10°C in pianura, ma localmente anche fino a -12/-13°C (a Montecchia di Crosara e a Colognola ai Colli, in provincia di Verona) e tra i -12 e i -25°C in molte località di montagna, con punte estreme anche fino a -30/-35° (nei noti punti "gelidi" del Veneto del Cansiglio -BL e della piana di Marcesina -VI). Tra il 3 e il 4 il sopraggiungere di una saccatura di origine atlantica apporta nevicate diffuse, anche in pianura; nei giorni che seguono, a parte una moderata residua instabilità che porta ancora delle brevi e locali nevicate specialmente su zone prealpine e pedemontane, le condizioni meteorologiche migliorano e le temperature salgono gradualmente riportandosi su valori prossimi alla media a partire dalla seconda decade del mese. Tra il 13 e il 18 la presenza di un campo di alta pressione sull'Europa garantisce tempo stabile e soleggiato (salvo qualche foschia o nebbia nelle ore più fredde) e temperature in deciso rialzo, specie nelle massime, fino a valori superiori alla media del periodo. Tra il 20 e 21 il transito di un debole fronte freddo nord-orientale, apporta delle giornate un po' più nuvolose ma senza precipitazioni e un calo delle temperature che si riportano intorno alla norma. Dal 25 il cedimento dell'area anticiclonica presente sull'Europa centro-orientale favorisce l'ingresso nel bacino del Mediterraneo di moderati impulsi umidi di origine atlantica che provocano delle precipitazioni sparse e dei rovesci localmente intensi tra il 29 e il 30 anche con qualche grandinata.


Aprile presenta caratteristiche più tipicamente primaverili con frequenti giornate piovose, apporti pluviometrici in prevalenza sopra la media e temperature medie mensili pressoché normali o leggermente inferiori alla norma nelle massime (specialmente nel periodo dal 16 al 25) e lievemente superiori nei valori minimi. Nei primi giorni del mese, fino al 6, la presenza di un'area di alta pressione sul continente europeo assicura giornate soleggiate, mentre dal 7 l'arrivo di una perturbazione di origine nord-atlantica apre un lungo periodo, fino al 25, caratterizzato dalla presenza di frequenti circolazioni depressionarie centrate sull'Italia con condizioni di tempo spesso perturbato, piogge diffuse anche abbondanti, qualche temporale e grandinata, temperature in prevalenza sotto la norma e qualche giornata ventosa. Negli ultimi giorni del mese si assiste ad un generale miglioramento del tempo con giornate in prevalenza soleggiate o variabili in montagna con temperature in aumento che si riportano intorno alla media del periodo.


I primi due giorni di Maggio risultano ancora abbastanza soleggiati, specie in pianura; dal 3 l'arrivo di una saccatura atlantica, accompagnata da aria più fresca in quota, determina giornate caratterizzate da instabilità fino al 6, con forti raffiche di vento notturne tra il 3 e il 4, rovesci e temporali. Nei due giorni successivi, a parte una moderata attività cumuliforme sulle zone montane associata a qualche piovasco o rovescio, il tempo è abbastanza soleggiato, mentre tra il 9 e l'11 il cielo è in prevalenza nuvoloso o molto nuvoloso con precipitazioni sparse. Successivamente, dopo una breve fase all'insegna della variabilità, dal 16 al 18 la formazione di un'area di bassa pressione sul Mediterraneo occidentale in spostamento verso l'Italia centro-settentrionale, provoca un rapido peggioramento delle condizioni meteorologiche con precipitazioni intense ed abbondanti tra il 17 e il 18. Nell'ultima decade del mese, a parte il giorno 23 in cui si registrano ancora delle precipitazioni sparse , il tempo diviene via via più stabile e accompagnato da un graduale aumento delle temperature. Dal giorno 26 i valori termici cominciano a superare ovunque i valori medi del periodo, raggiungendo, domenica 29, punte massime tra i 32 e i 34 °C nella maggior parte del territorio, valori tra i più elevati registrati nell'ultima decade di maggio dal 1992.

Azioni sul documento

ultima modifica 23/11/2010 13:11