Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Meteo Meteo notizie on line

Meteo notizie on line

Meteo, primo weekend di maggio instabile con frequenti rovesci anche temporaleschi
03/05/2021

Meteo, primo weekend di maggio instabile con frequenti rovesci anche temporaleschi

Tra venerdì 30 aprile e domenica 2 maggio il Veneto è stato interessato dal passaggio di alcuni impulsi moderatamente perturbati associati ad un flusso di correnti in prevalenza umide sud-occidentali. Le condizioni atmosferiche sono risultate frequentemente instabili, con fasi soleggiate alternate a tratti caratterizzati da frequenti annuvolamenti, spesso cumuliformi e associati a rovesci anche temporaleschi, in alcuni casi anche intensi.

Meteo. Un difficile inizio di primavera
13/04/2021

Meteo. Un difficile inizio di primavera

Nonostante le piogge di questi ultimi giorni, l’inizio di primavera in Veneto sta risentendo di un prolungato periodo siccitoso e di un susseguirsi di anomalie termiche positive, talvolta da record, e diffuse gelate tardive che hanno danneggiato numerose colture con importanti effetti sulle loro produzioni. Un difficile inizio di primavera caratterizzato da una ravvicinata alternanza di periodi molto caldi e molto freddi che ha provocato diffusi danni alle colture

Pasqua e pasquetta in Veneto: che tempo farà? Le previsioni dei meteorologi Arpav
01/04/2021

Pasqua e pasquetta in Veneto: che tempo farà? Le previsioni dei meteorologi Arpav

Dopo un marzo molto secco e una fine mese all’insegna di temperature diurne molto elevate, sulla regione è prevista una fase di variabilità con qualche pioggia tra venerdì pomeriggio e sabato. Per Pasqua e Pasquetta il tempo sarà di nuovo in prevalenza soleggiato ma con temperature in marcato calo. Probabile cambio di scenario da lunedì sera per l’avvicinarsi di una perturbazione fredda in transito nella successiva giornata di martedì 6

L’Oceano e il Clima. La Giornata Mondiale della Meteorologia celebra il legame tra idrosfera e atmosfera
23/03/2021

L’Oceano e il Clima. La Giornata Mondiale della Meteorologia celebra il legame tra idrosfera e atmosfera

Il 23 marzo ricorre il 60° anniversario dell’istituzione della Giornata Mondiale della Meteorologia istituita dall’Organizzazione Mondiale della Meteorologia (OMM), organismo internazionale sotto l’egida dell’ONU che raccoglie la quasi totalità delle nazioni e dei territori del mondo. Il tema di quest'anno, "The ocean, our climate and weather”, sottolinea come l’interazione tra idrosfera e atmosfera sia fondamentale per comprendere e affrontare i cambiamenti climatici e la variabilità del clima.

20-21 marzo 2021 in Veneto: inizio primavera astronomica con tempo variabile e freddo
22/03/2021

20-21 marzo 2021 in Veneto: inizio primavera astronomica con tempo variabile e freddo

Quest'anno la primavera astronomica è cominciata sabato 20 marzo 2021. La giornata è stata caratterizzata da tempo variabile, a tratti instabile, piuttosto fresco e ventoso. Sulla regione, infatti, hanno insistito correnti fredde dai quadranti settentrionali in quota e da quelli nord-orientali al suolo che hanno favorito lo sviluppo di nuvolosità cumuliforme già nel corso della mattinata, dapprima sulle zone montane poi anche in pianura. Si sono registrate anche delle modeste precipitazioni sparse che a tratti hanno assunto carattere di neve fino a quote molto basse, localmente anche pianeggianti

Meteo Veneto: un mese di febbraio altalenante chiude un inverno 2020/21 altrettanto contrastato
12/03/2021

Meteo Veneto: un mese di febbraio altalenante chiude un inverno 2020/21 altrettanto contrastato

L’ultimo mese dell’inverno meteorologico 2020/2021 appena concluso si è dimostrato, al contrario dei due mesi precedenti, generalmente più siccitoso (in media -35% rispetto alla norma) e caldo (in media +2°C). La caratteristica meteorologica saliente di febbraio è stata però il suo andamento fortemente contrastato, con una prima parte piuttosto calda e a tratti umida, in cui si sono concentrate la maggior parte delle precipitazioni mensili, una parte centrale contrassegnata da un improvviso e marcato calo termico associato a giornate stabili e soleggiate di stampo invernale, un’ultima parte con il ritorno di masse d’aria anormalmente miti, che hanno favorito una nuova risalita delle temperature su valori tipici di primavera inoltrata

Un nuovo sito per le previsioni Arpav
01/03/2021

Un nuovo sito per le previsioni Arpav

Da oggi è on line il nuovo portale per l'informazione meteorologica di Arpav. Alcune informazioni, in particolare quelle sul monitoraggio meteorologico e la meteorologia previsionale, costituiscono le basi del nuovo website meteo.arpa.veneto. Il rinnovamento grafico e l'adeguamento alla navigazione sui dispositivi mobili sono tra gli aspetti più rilevanti del nuovo prodotto.

Meteo Veneto: ultimi giorni dell’inverno meteorologico con temperature massime tipiche di primavera inoltrata
25/02/2021

Meteo Veneto: ultimi giorni dell’inverno meteorologico con temperature massime tipiche di primavera inoltrata

Ci avviciniamo alla fine dell’inverno meteorologico, che per convenzione si conclude il 28 febbraio, mentre sulla regione si registrano giornate con temperature massime di stampo tipicamente primaverile. Un brusco anticipo della bella stagione dunque, iniziato già da alcuni giorni in montagna e che da mercoledì 24 sta interessando anche il resto del Veneto con temperature risalite, specie nelle massime giornaliere, su valori molto anomali per questa ultima parte di febbraio.

Meteo Veneto. In febbraio altalena di temperature con valori record in alcune località
18/02/2021

Meteo Veneto. In febbraio altalena di temperature con valori record in alcune località

Dopo i primi dieci giorni di febbraio anormalmente caldi, dal giorno 11 le temperature, sia minime che massime, sono iniziate a diminuire fino a raggiungere in breve tempo valori tipicamente invernali, un brusco ritorno del freddo esaltato anche dalla ventilazione sostenuta soprattutto lungo la costa e nella pianura limitrofa tra venerdì 12 e sabato 13. Dopo questa breve parentesi molto fredda, dal giorno 16 si è andata lentamente affermando anche sulla nostra regione un’area anticiclonica di matrice afro-mediterranea che sta determinando il ritorno ad una nuova fase di tempo stabile via via più mite.

Mondiali di sci di Cortina. Meteo ok fino alla fine delle gare se le Tofane non fanno scherzi
12/02/2021

Mondiali di sci di Cortina. Meteo ok fino alla fine delle gare se le Tofane non fanno scherzi

Considerando i vari modelli e gli scenari di ogni proiezione numerica, sembra che vi siano i presupposti per poter chiudere i Mondiali senza grandi sorprese meteorologiche, salvo gli imponderabili atmosferici che a volte si celano dietro il gruppo delle Tofane o del Monte Cristallo.

In arrivo sul Veneto masse d’aria molto fredde di origine artica
09/02/2021

In arrivo sul Veneto masse d’aria molto fredde di origine artica

Dopo il passaggio di un nuovo impulso perturbato di origine atlantica, previsto nella giornata di mercoledì 10, nei giorni successivi faranno il loro ingresso sulla regione masse d’aria molto fredde di origine artica, che riporteranno la colonnina di mercurio su valori molto sotto la media del periodo a partire da venerdì 12. Complessivamente si potrà registrare un calo termico intorno ai 10°C rispetto agli ultimi giorni.

La storia del meteo nelle stazioni pluviometriche ARPAV
03/02/2021

La storia del meteo nelle stazioni pluviometriche ARPAV

Un secolo di dati su piogge e temperature a supporto della gestione e tutela del territorio. ARPAV da circa un trentennio effettua misure di variabili meteorologiche, con stazioni automatiche che acquisiscono dati in continuo, ogni 5-10-15 minuti a seconda della variabile misurata, e che sono in grado di trasmettere le osservazioni in tempo reale al Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile regionale. L’Agenzia ha acquisito una funzione che nel ‘900 è stata svolta dall’Ufficio Idrografico del Magistrato alle Acque di Venezia, che ha raccolto un patrimonio di dati fondamentale per la conoscenza del territorio veneto e per gli studi climatologici.

Giorni della merla, ultimi giorni di gennaio 2021 con tempo variabile e temperature in rialzo rompono la tradizione
29/01/2021

Giorni della merla, ultimi giorni di gennaio 2021 con tempo variabile e temperature in rialzo rompono la tradizione

Secondo la tradizione popolare stiamo entrando nei così detti “giorni della merla”, che cadono alla fine gennaio e vengono considerati i giorni più freddi dell’anno. Ma può considerarsi veramente il periodo più freddo dell’anno? Ovviamente non è sempre così, la collocazione di questo periodo infatti può variare anche di molto tra un anno e l’altro, pur ricadendo con maggior frequenza, almeno nel nostro clima, tra dicembre e gennaio

Un 2020 mediamente più caldo della norma con surplus pluviometrici in montagna e deficit in pianura
15/01/2021

Un 2020 mediamente più caldo della norma con surplus pluviometrici in montagna e deficit in pianura

Il 2020 si è concluso con un mese di dicembre eccezionalmente piovoso e nevoso in montagna e con temperature in generale sopra la media, specie in pianura. Nel complesso l’anno appena trascorso in Veneto, come per la maggior parte del pianeta e dell’Europa in particolare, conferma il tendenziale aumento delle temperature degli ultimi decenni, anche se con valori leggermente inferiori rispetto allo scorso anno e ai record del 2018 e 2014

L'evento meteo di lunedì 28 dicembre 2020: neve e vento
29/12/2020

L'evento meteo di lunedì 28 dicembre 2020: neve e vento

Nella giornata di lunedì la regione è stata interessata da un significativo episodio di maltempo, concentrato tra le prime ore e il primo pomeriggio. Il fenomeno più rilevante sono state le copiose nevicate che hanno interessato la montagna fino a tutti i fondovalle, ma che si sono verificate anche sulla pianura centro settentrionale, con accumuli significativi soprattutto sul Vicentino e in misura minore sul Trevigiano. Un altro fenomeno significativo è stato il vento che nella mattinata di lunedì ha soffiato con intensità da tese a forti, con raffiche massime localmente prossime a 100 km/h.

Le previsioni meteo per il lungo weekend natalizio
23/12/2020

Le previsioni meteo per il lungo weekend natalizio

Da giovedì 24 la pressione tenderà progressivamente a cedere per l'avvicinamento da nord di una saccatura di aria fredda che darà i suoi effetti nella giornata di Natale quando transiterà un rapido fronte freddo sulla regione. Un weekend natalizio inizialmente nuvoloso con qualche precipitazione, seguito da una fase di tempo più asciutto con deciso calo termico. Da lunedì probabile nuovo peggioramento con nevicate anche abbondanti in montagna

Il Centro valanghe Arpav di Arabba h24 per il maltempo sulle Dolomiti venete
17/12/2020

Il Centro valanghe Arpav di Arabba h24 per il maltempo sulle Dolomiti venete

Dal 4 al 9 dicembre sulla montagna veneta si è abbattuto un evento meteorologico eccezionale. A presidiare h24 i meteorologi, nivologi e il personale tecnico del Centro valanghe di Arabba coordinati da Stefano Micheletti, direttore del Dipartimento sicurezza del territorio, anch’egli sul posto. Il presidio ha consentito di sfruttare appieno le potenzialità del Centro fornendo innanzitutto al sistema di Protezione Civile regionale, dalla sala operativa di Venezia ai sindaci di località dolomitiche, così come a tutte le altre autorità, un costante e puntuale supporto tecnico-scientifico alla previsione meteorologica e alla valutazione del pericolo di caduta valanghe sul territorio montano del Veneto.

Precipitazioni. Confronto fra l’evento del 4-6 dicembre 2020 e eventi del passato
10/12/2020

Precipitazioni. Confronto fra l’evento del 4-6 dicembre 2020 e eventi del passato

L’evento di tempo fortemente perturbato del 4-6 dicembre 2020 ha interessato soprattutto la provincia di Belluno, com’era accaduto anche per l’evento del 27-29 ottobre 2018 (tempesta Vaia) e per la storica alluvione del 4-5 novembre 1966. Le zone montane e pedemontane della provincia di Vicenza sono state investite meno pesantemente dal recente evento, pur facendo registrare altezze di precipitazione considerevoli. Queste zone furono invece colpite direttamente dall’evento alluvionale del 31 ottobre – 2 novembre 2010

Azioni sul documento

ultima modifica 14/05/2014 11:04