Vai al contenuto

Rifiuti Urbani 2021

Principali indicatori dei rifiuti urbani

L’annualità 2021, relativa al secondo anno dell’incidenza della pandemia COVID-19, presenta un set di dati ed indicatori che dimostra una ripresa rispetto all’anno 2020 imputabile all’andamento economico post pandemia con l’apertura delle attività produttive, commerciali, turistiche e scolastiche.

Fonte dei dati: applicativo web O.R.So. (Osservatorio Rifiuti Sovraregionale). Eventuali discrepanze tra le tabelle ed il testo sono frutto di arrotondamenti.

legenda

Lo stato attuale dell’indicatore, relativo all’ultimo anno di aggiornamento, è valutato rispetto ad un valore di riferimento (obiettivo); il valore di riferimento può essere indicato quale valore limite dalla normativa o essere desunto dal confronto con situazioni simili in ambito nazionale o europeo, ecc..
Lo stato attuale è rappresentato graficamente mediante la semplificazione delle icone di Chernoff (le cosiddette "faccine"):
stato attuale positivo (verde): l'indicatore rispetta il valore obiettivo di riferimento;
stato attuale non definito o incerto (giallo): l'indicatore non può essere confrontato con un valore obiettivo di riferimento, oppure sono presenti situazioni diverse che non permettono di formulare un giudizio complessivo a livello regionale;
stato attuale negativo (rosso)

Il trend indica l’evoluzione temporale della qualità della risorsa ambientale interessata dall'indicatore – e non l’andamento del valore dell’indicatore - rappresentata mediante icone colorate:
trend della risorsa in miglioramento (verde);
trend della risorsa stabile o incerto (giallo): può indicare un andamento costante o variabile ma non definito, oppure la mancanza di disponibilità di una serie storica (es. indicatore nuovo) o di confrontabilità con dati pregressi;
trend della risorsa in peggioramento (rosso): un andamento negativo.

Andamento della produzione di rifiuto urbano nel Veneto. Anni 2000 - 2021

La produzione dei RU, pari a 2,272 milioni di t, ha avuto un aumento rispetto al 2020 del 2% imputabile alla ripresa economica e all’aumento delle presenze turistiche del Veneto, 50 milioni contro i 32 milioni del 2020.

La produzione pro capite regionale aumenta del 1,7% rispetto all’anno precedente passando da 456 kg a 464 kg (1,27 kg/ab*giorno).

La percentuale di raccolta differenziata (RD) in Veneto. Anno 2021

La raccolta differenziata in Veneto nel 2021, calcolata secondo il metodo nazionale previsto dal DM 26/05/2016 e recepito in Veneto con DGRV n. 336/2021, si attesta al 76,2% sopra l’obiettivo del 65% previsto dal D.lgs. 152/06 per il 2012.

A livello di Bacino tutti i contesti superano la media nazionale (63% dato ISPRA disponibile al 2020) tranne Verona Città. Quest’ultimo bacino con il Padova Centro non ha ancora raggiunto l’obiettivo del 65% previsto dalla normativa nazionale.

Solo 2 bacini su 12 superano anche l’obiettivo dell’84% previsto dal Piano Regionale per il 2030.

Distribuzione dei comuni in base agli obiettivi di raccolta differenziata raggiunti. Anno 2021

Nel 2021 i comuni che hanno superato l’obiettivo del 65% sono 544 (pari al 88% della popolazione), mentre 187 (pari al 29% della popolazione) hanno già raggiunto l’obiettivo previsto al 2030 dal Piano Regionale Rifiuti (84%). Sono 19 però i comuni che restano ancora sotto l’obiettivo di legge.

Destinazione dei rifiuti urbani nel Veneto rispetto al totale rifiuto prodotto. Anno 2021

Nel 2021 la gestione dei rifiuti urbani, in linea con le annualità precedenti sebbene risenta degli effetti della pandemia, resta caratterizzata da:

  • un elevato quantitativo di rifiuti avviati a recupero di materia (organico, frazioni secche recuperabili - carta, vetro, plastica, legno, RAEE, spazzamento e ingombranti);
  • una quota significativa di rifiuti avviati a trattamento meccanico e meccanico biologico per la produzione di CSS e Biostabilizzato da discarica e a termovalorizzazione;
  • un ridotto conferimento in discarica del rifiuto residuo.

Tasso di riciclaggio - Anno 2021

Il tasso di riciclaggio rappresenta lo strumento per verificare gli obiettivi previsti dall’art. 181 del D.lgs 152/06. La Direttiva 851/2018/CE ha introdotto obiettivi di riciclaggio applicati all’intero ammontare dei rifiuti urbani e pertanto calcolabili con il metodo 4.

Il calcolo è stato effettuato associando, ad ogni singola frazione di rifiuti, le percentuali di scarto ricavate da analisi merceologiche eseguite direttamente dall’Osservatorio o da consorzi di filiera o da impianti e che sono riportate nell’aggiornamento del Piano Rifiuti approvato con DGRV 988/2022.

Dall’elaborazione è emerso che il Veneto supera ampiamente gli obiettivi previsti dalla normativa, raggiungendo un tasso pari a 68,9%.

Rapporto sulla Produzione e Gestione dei Rifiuti Urbani nel Veneto Anno 2021

Scarica i dati di produzione Rifiuti Urbani 2021 in formato Excel

Principali indicatori per Bacino Territoriale

Belluno – anno 2021

Brenta – anno 2021

Destra Piave – anno 2021

Padova Centro – anno 2021

Padova Sud – anno 2021

Rovigo – anno 2021

Sinistra Piave – anno 2021

Venezia – anno 2021

Verona Città – anno 2021

Verona Nord – anno 2021

Verona Sud – anno 2021

Vicenza – anno 2021

Ultimo aggiornamento

20-12-2022 10:28

Questa pagina ti è stata utile?