Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Suolo Conoscenza dei suoli Carte applicative Riserva idrica

Riserva idrica

derivate_awc_vicenza.jpg

La riserva idrica dei suoli o capacità d’acqua disponibile (dall’inglese available water capacity - AWC) esprime la massima quantità d'acqua in un suolo che può essere utilizzata dalle piante. È data dalla differenza tra la quantità di umidità presente nel suolo alla capacità di campo e quella relativa al punto di appassimento permanente. La prima è la massima quantità d’acqua che può essere trattenuta dal suolo una volta persa l’acqua gravitazionale, dopo essere stato saturato. La seconda corrisponde a quella minima quantità di acqua che rimane nel suolo ma che le piante non riescono più ad assorbire.

Poiché le misure dei contenuti idrici sono molto onerose e costose, vengono utilizzate delle pedofunzioni di trasferimento (Pedo Transfer Functions - PTF), alcune tratte da letteratura, altre sviluppate dal CNR-IBIMET di Firenze e calibrate con i dati raccolti in ambito regionale che esse permettono di stimare i punti della curva di ritenzione in funzione di tessitura, carbonio organico e densità apparente.

Per ciascun tipo di suolo viene calcolata la classe di riserva idrica (AWC), espressa in mm, per una sezione di 150 cm o pari alla profondità della roccia se inferiore. Questo valore viene utilizzato per classificare ogni tipologia di suolo e rappresenta la capacità di immagazzinamento dell'acqua nel suolo stesso. Suoli con bassa AWC sono suoli molto sottili e/o molto grossolani (sabbiosi e ghiaiosi), mentre i suoli con elevata AWC sono quelli in grado di immagazzinare alti volumi d'acqua in quanto suoli profondi e a tessitura fine. Le classi di riserva idrica più comunemente utilizzate sono riportate in tabella:

CLASSE DI RISERVA IDRICA AWC (mm)
1 - molto bassa <75
2 - bassa 75-150
3 - moderata 150-225
4 - alta 225-300
5 - molto alta >300

 

 

L’estensione cartografica si ottiene mediando il valore di AWC delle diverse tipologie di suolo presenti, in base alla loro percentuale di diffusione nell’unità cartografica. In figura, un'estrazione della carta della riserva idrica per le aree di pianura e collina della provincia di Vicenza.

 

Carta della riserva idrica (AWC) dei suoli del Veneto

Metodologia per la valutazione della riserva idrica dei suoli del Veneto

Azioni sul documento

ultima modifica 10/02/2022 09:50