Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2019 LAGO DI SANTA CROCE: “TUFFI ECCELLENTI” GARANTITI DAI CONTROLLI ARPAV. L’AGENZIA A BORDO DELLA GOLETTA DI LEGAMBIENTE OGGI NEL LAGO BELLUNESE

LAGO DI SANTA CROCE: “TUFFI ECCELLENTI” GARANTITI DAI CONTROLLI ARPAV. L’AGENZIA A BORDO DELLA GOLETTA DI LEGAMBIENTE OGGI NEL LAGO BELLUNESE

15/07/2019

I controlli della balneabilità nei laghi del Veneto. Arpav garantisce la sicurezza della balneazione oltre che delle coste dell’Adriatico veneto, anche di alcuni tratti costieri lacustri della regione: 65 tratti sul lago di Garda, 4 sul lago di Santa Croce, 1 sul lago del Mis, 4 sul lago di Centro Cadore, 2 sul lago di Lago, 2 sul lago di Santa Maria.

Come prevede la normativa nel corso della stagione balneare, dal 15 maggio al 15 settembre, su ogni punto di controllo i tecnici ARPAV eseguono, con frequenza almeno mensile, una serie di indagini che comprendono ispezioni di natura visiva delle aree, impiego di strumentazione da campo per rilevazioni istantanee di parametri ambientali e prelievi di campioni d’acqua per le analisi di laboratorio relative alla caratterizzazione microbiologica.

Il lago di Santa Croce. I tratti idonei alla balneazione si trovano nelle località Piatte, Sarathei, Santa Croce (nella rete di balneazione dal 1999) e Baia delle Sirene (introdotto nel 2015). L’ultima classificazione effettuata, con i dati raccolti dal 2015 al 2018, attribuisce a tutti e quattro i tratti il valore di “Eccellente”.

I controlli del 2019, effettuati il 27 maggio e il 24 giugno, hanno dato esiti favorevoli.

balneazione_controlli lago di Santa Croce

I risultati delle analisi sono pubblicati in tempo reale nel sito ARPAV http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/acqua/datiacqua/balneazione_rete.php e su www.portaleacque.salute.gov.it del Ministero della Salute. In entrambi i siti è possibile consultare anche una scheda dettagliata dell’area balneare con informazioni utili per il cittadino e per il turista, come la conformazione fisico-geografica e le coordinate dell’area, e altre caratteristiche del sito

Le altre indagini condotte da ARPAV sul lago di Santa Croce

Il monitoraggio per il controllo della qualità ambientale delle acque lacustri in Veneto interessa 12 laghi e invasi, nelle province di Belluno (Santa Croce, Mis, Corlo, Centro Cadore, Alleghe, Misurina, Santa Caterina), Treviso (Lago e Santa Maria), Verona (Garda e Frassino) e Vicenza (Fimon). La rete di monitoraggio comprende 13 stazioni di prelievo nel punto di massima profondità di ciascun lago come prevede la normativa.

qualità ambientale_rete laghi Veneto

Il lago di Santa Croce, alimentato principalmente dal torrente Tesa e dal canale Cellina, è il lago più esteso della provincia di Belluno e il secondo del Veneto. Ha una superficie di 7,8 km2 e una profondità massima di 44 m e fa parte dei corpi idrici lacustri monitorati da ARPAV I campioni sono effettuati in corrispondenza del punto di massima profondità, a diverse quote lungo la colonna d’acqua (a 50 centimetri dalla superficie, a metà colonna e a un metro dal fondo).
Per le analisi chimiche, inoltre è eseguito un campione integrato all'interno della zona eufotica cioè quella in cui si ha un livello ottimale di luce solare in entrata, sufficiente a permettere la fotosintesi, per la determinazione della clorofilla e del fitoplancton. I campionamenti sono eseguiti sei volte nel corso dell’anno. Uno dei prelievi viene effettuato nel periodo di massimo rimescolamento e un’altro nel periodo di massima stratificazione delle acque.
La classificazione del lago per lo stato ecologico e lo stato chimico è “Buono”.
Per maggiori dettagli si rinvia alle pubblicazioni presenti su www.arpa.veneto.it

Il livello trofico. La procedura prevede l’assegnazione di un punteggio per i parametri fosforo totale, trasparenza e ossigeno ipolimnico secondo specifici criteri.

corpo idricolago di Santa Croce
stazione 361
macrotipo I3
fosforo totale
conc. media pesata (µg/l) - piena circolazione
10
punteggio fosforo 5
trasparenza valore medio annuo (m) 5
punteggio trasparenza 4
ossigeno ipolimnico
% saturazione media pesata - fine stratificazione
64
punteggio ossigeno 4
punteggio totale 13
STATO BUONO

valutazione provvisoria dell'indice LTLeco per l'anno 2017

Lo stato ecologico. La classificazione dello stato ecologico dei laghi viene effettuata inoltre, utilizzando l’EQB fitoplancton.

fitoplancton_Santa Croce

Lo stato chimico. Nella valutazione dello stato chimico si verifica la conformità del corpo idrico agli standard di qualità ambientale delle sostanze prioritarie. Lo stato chimico viene espresso in due classi: “buono stato chimico”, quando vengono rispettati gli standard, e “mancato conseguimento del buono stato chimico”, in caso contrario.

Nel 2017 non sono stati misurati superamenti degli standard di qualità ambientale previsti dalla normativa vigente e lo stato chimico è quindi risultato buono.

corso d'acquaSanta Croce
provincia Belluno
stazione 361
n° punti prelievo in colonna 3

 

Idrocarburi Policiclici Aromatici
antracene
benzo(a)pirene
benzo(b)fluorantene
benzo(ghi)perilene
benzo(k)fluorantene
fluorantene
naftalene
Metalli
cadmio
mercurio
nichel
piombo

Elenco delle sostanze prioritarie monitorate nel 2017 e mai risultate superiori ai limiti di quantificazione

Azioni sul documento

ultima modifica 15/07/2019 12:53