Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2022 PM10. OGGI L’ULTIMO GIORNO DEL BOLLETTINO ARPAV. I GIORNI CON LIMITAZIONI DA OTTOBRE AD APRILE SONO STATI IL DIECI PER CENTO

PM10. OGGI L’ULTIMO GIORNO DEL BOLLETTINO ARPAV. I GIORNI CON LIMITAZIONI DA OTTOBRE AD APRILE SONO STATI IL DIECI PER CENTO

29/04/2022

 

(AAV), 29 aprile – Livello zero per le polveri PM10 in tutto il Veneto. Recita così l’ultimo bollettino dell’aria della stagione emesso oggi da ARPAV e inviato ai Comuni del Veneto come previsto dall’Accordo delle regioni del bacino padano.
Il bollettino, emesso dal 1 ottobre al 30 aprile, serve a riconoscere preventivamente gli episodi di accumulo delle polveri sottili che provocano il superamento prolungato del valore limite giornaliero stabilito dalla legge e consentire ai sindaci di prendere i provvedimenti.
In caso di condizioni atmosferiche molto sfavorevoli alla dispersione degli inquinanti, si attivano le allerte 1 e 2 e le amministrazioni comunali fanno scattare una serie di azioni emergenziali di riduzione delle emissioni in atmosfera fra cui misure restrittive del traffico veicolare, del riscaldamento domestico e dell’agricoltura, con l’obiettivo di limitare la durata di tali episodi.
Da ottobre ad aprile ARPAV ha emesso tre bollettini a settimana il lunedì, mercoledì e venerdì, per un totale di 91 bollettini.

I dati dal 1 ottobre al 30 aprile. Le diverse aree del Veneto sono state interessate da una ventina di giorni con livelli di allerta 1 e 2, cioè il 10% dei giorni nei sette mesi considerati, con punte di 30-40 giorni rilevate soprattutto nei maggiori centri abitati.

La distribuzione delle giornate con livelli di allerta 1 e 2 non è omogenea: nessuna allerta 1 e 2 fra ottobre e novembre e fra marzo e aprile. Gli episodi significativi si sono concentrati tutti tra dicembre e febbraio, con un picco nella seconda metà di gennaio.

Il livello di allerta 1 (ARANCIO), con almeno 4 giorni consecutivi di superamento del limite, è stato registrato almeno una volta in tutte le aree, ad eccezione di Belluno, Conegliano, Bassano e Schio.

Il livello di allerta 2 (ROSSO), il più alto, con almeno 10 giorni di superamento consecutivo del PM10, è stato raggiunto in otto aree del Veneto, risultando più significativo per numero di giorni complessivi negli agglomerati di Venezia, Treviso, Padova e Vicenza e nelle aree di Mirano e Cittadella. In tutte le aree interessate le giornate in allerta 2 si sono verificate dal 18 gennaio al 4 febbraio 2022.

Nel complesso si osserva che il numero di giorni interessati da limitazioni sono una piccola parte rispetto alla totalità dei giorni del periodo invernale e rispecchiano la situazione generale del nord Italia caratterizzata da un contesto orografico analogo.

INFO https://www.arpa.veneto.it/inquinanti/bollettino_allerta_PM10.php

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 29/04/2022 12:50