Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Acqua Monitoraggio algale cianobatteri

Monitoraggio algale cianobatteri

cianobatteriI cianobatteri sono un gruppo di microrganismi fotosintetici che, in presenza di particolari condizioni ambientali favorevoli, nei corpi idrici superficiali possono raggiungere densità molto elevate formando vere e proprie fioriture e producendo schiume. Alcune specie di cianobatteri d’acqua dolce producono come metaboliti secondari una grande varietà di tossine, dette cianotossine.

Le cianotossine possono essere classificate in categorie diverse a seconda degli effetti osservati sulla salute:

  • epatossine (microcistine, nodularine);
  • citotossine (CYN);
  • neurotossine (anatossine e saxitossine, β-N-metilamino-L-alanina, BMAA);
  • tossine irritative (LPS)

L’esposizione della popolazione alle cianotossine avviene per via cutanea, inalatoria o orale.

Cosa dice la normativa
Il D.Lgs. 116/2008 e il D.M. 30 marzo 2010 modificato dal D.M. 19 aprile 2018 hanno istituzionalizzato il monitoraggio dei fenomeni di proliferazione di cianobatteri e delle macroalghe e/o fitoplancton marino prevedendo, qualora il profilo delle acque di balneazione ne indichi un potenziale di proliferazione, la realizzazione di monitoraggi adeguati per consentire l’individuazione dei rischi per la salute.
Il riferimento tecnico per il monitoraggio è il Rapporto ISTISAN 14/20: Cianobatteri: linee guida per la gestione delle fioriture nelle acque di balneazione.
La normativa prevede che per concentrazioni >100000 cell/ml di cianobatteri totali venga sconsigliata o vietata la balneazione per la possibile insorgenza di effetti negativi sulla salute umana.

Il monitoraggio in Veneto
In aggiunta ai normali monitoraggi mensili del fitoplancton a centro lago nella stazione di Brenzone e Bardolino (D.Lgs.152/2006), ARPAV ha avviato nel lago di Garda monitoraggi sottocosta specifici per l’eventuale rischio di proliferazione cianobatterica.
I prelievi programmati sono effettuati con frequenza mensile da giugno a settembre su 3 stazioni appartenenti alla rete delle acque di balneazione.  In caso di fioriture i prelievi vengo effettuati tempestivamente seguendo le indicazioni delle linee guida.

cianobatteri.JPG

 

codice stazioneComune-Località di prelievoLat (WGS 84)Long (WGS 84)Profondità fondale (m)Profondità campionamento (m)
246 Malcesine – Tra ospedale sud e Preera 10.798992 45.745519 1 0,2
270 Garda – Scavaiaghe 10.687170 45.577497 1 0,2
367 Peschiera del Garda – Vecchi 10.663967 45.453619 1 0,2


Le analisi prevedono l’identificazione e la conta dei cianobatteri totali, con particolare attenzione alle specie potenzialmente tossiche come indicato nella Nota Ministeriale 30 giugno 1988-allegato 2.
Le specie potenzialmente tossiche ricercate nel Lago di Garda sono: Anabaena lemmermannii (Dolichospermum lemmermannii) - Gomphosphaeria lacustris (Snowella lacustris) - Microcystis aeruginosa - Microcystis wesembergii - Oscillatoria agardhii rubescens (Planktothrix rubescens) - Aphanizomenon flos-aquae - Coelosphaerium kuetzingianum - Gomphosphaeria naegeliana (Woronichinia naegeliana) - Pseudoanabena catenata. La ricerca include anche la rilevazione di eventuali ulteriori specie potenzialmente tossiche di cianobatteri non ricomprese nella lista precedente tra cui in particolare la specie Tychonema bourrellyi.

Monitoraggio cianobatteri. Anno 2019

246 - Malcesine – Tra ospedale sud e Preera270 - Garda – Scavaiaghe367 - Peschiera del Garda – VecchiSpecie potenzialmente tossiche rilevate*
24/06/2019 ASSENTE
25/06/2019 ASSENTE
26/06/2019 ASSENTE
22/07/2019 ASSENTE
23/07/2019 ASSENTE
24/07/2019 PRESENTE Pseudoanabena catenata (33 cell/ml)
19/08/2019 ASSENTE
20/08/2019 PRESENTE Coelosphaerium kuetzingianum (340 cell/ml) e Dolichospermum lemmermanni (45 cell/ml)
22/08/2019 PRESENTE Snowella lacustris (808 cell/ml)

*in caso di PRESENTE verranno indicate le specie rilevate

Legenda:

ASSENTE: assenza di specie potenzialmente tossiche in 1 ml
PRESENTE: presenza di specie potenzialmente tossiche e cianobatteri totali < 100000 cell/ml
PRESENTE: presenza di specie potenzialmente tossiche e cianobatteri totali > 100000 cell/ml

Azioni sul documento

ultima modifica 26/08/2019 07:51

APP Balneazione

APP Balneazione

Bacino Scolante

Il bacino scolante rappresenta il territorio la cui rete idrica superficiale scarica - in condizioni di deflusso ordinario - nella laguna di Venezia.

Vai alla sezione
Campagne informative