Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2019 IN VENETO UN “DRONE” ACQUATICO PER LA MISURA DELLE PORTATE DEI FIUMI

IN VENETO UN “DRONE” ACQUATICO PER LA MISURA DELLE PORTATE DEI FIUMI

02/05/2019

(AAV) Padova, 2 maggio 2019 – La portata di un corso d’acqua da molte informazioni sul suo stato ambientale, per questo ARPAV ne effettua la misura sia con strumenti tradizionali che con qualche innovazione, ad esempio con un drone acquatico. La maggior parte dei rilievi vengono eseguiti in prossimità di un idrometro o di un riferimento per la misurazione, come le aste idrometriche. Gli strumenti utilizzati sono il correntometro elettro-meccanico, più semplicemente chiamato mulinello, e un sensore acustico ad effetto Doppler che dal 2017 è stato montato su un’imbarcazione radiocomandata diventando un vero e proprio “drone ambientale”. Nel 2018 grazie a questi strumenti ARPAV ha effettuato 580 misure nei corsi d’acqua del Veneto, i cui risultati sono disponibili nel sito dell’Agenzia.
L’analisi della portata serve per stimare la qualità ambientale, ad esempio per la valutazione degli habitat o della disponibilità di zone di rifugio di determinate specie animali, e per la valutazione dei carichi delle sostanze inquinanti. Inoltre le misure di portata servono per valutare i deflussi in regimi di magra e l’evoluzione della disponibilità idrica lungo tratti fluviali sia ai fini irrigui che idropotabili.

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 02/05/2019 14:29