Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Acqua Acque di transizione Laguna di Venezia La rete di monitoraggio

La rete in laguna

Le attività di monitoraggio in corso in laguna di Venezia

Ai sensi della Direttiva 2000/60/CE, recepita in Italia con il D.Lgs 152/2006 e s.m.i., a partire da febbraio 2011 è stato attuato il monitoraggio ecologico dei Corpi Idrici della laguna di Venezia. Tale monitoraggio, realizzato per conto della Regione con finanziamento sui fondi della Legge Speciale per Venezia, è condotto da ARPAV in collaborazione con ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e con il contributo tecnico-scientifico di CORILA (Consorzio per il Coordinamento delle Ricerche inerenti il sistema Lagunare). Esso prevede il rilevamento degli Elementi di Qualità Biologica (EQB: macroinvertebrati bentonici, macrofite, fauna ittica e fitoplancton) e degli elementi chimico-fisici ed idromorfologici nelle matrici acqua e sedimento.

Il monitoraggio chimico, invece, prevede l’analisi delle sostanze prioritarie e non prioritarie in acqua, sedimento e biota, secondo le indicazioni del D.M.260/2010; tale monitoraggio è realizzato dal Magistrato alle Acque di Venezia.

Entrambi i monitoraggi sono concordati e coordinati tra gli enti competenti nell’ambito di un tavolo tecnico specifico promosso dall’Autorità di Bacino dei fiumi dell’Alto Adriatico.

Azioni sul documento

ultima modifica 27/01/2020 08:29