Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Notizie Notizie 2020

Notizie 2020

Terremoto Croazia. Aggiornamento monitoraggio radioattività centrale slovena
31/12/2020

Terremoto Croazia. Aggiornamento monitoraggio radioattività centrale slovena

Anche i controlli di spettrometria gamma eseguiti sul particolato atmosferico raccolto dalla mattina del 30.21.20 alla mattina del 31.12.20 nelle stazioni ARPAV di Verona, Vicenza e Belluno, non hanno evidenziato anomalie radiologiche in atto. Analogo esito si è avuto relativamente alle misure in continuo di dose gamma in aria.

Terremoto Croazia. Nuovo aggiornamento Arpav su radioattività
30/12/2020

Terremoto Croazia. Nuovo aggiornamento Arpav su radioattività

Dopo le misure in continuo di intensità di dose gamma in aria che non evidenziavano anomalie anche i primi esiti relativi al controllo della radioattività sul particolato atmosferico raccolto tra la mattina di ieri 29.12.20 e la mattina di oggi 30.12.20 non evidenziano anomalie radiologiche in atto, a conferma delle indicazioni derivanti dalle misure in continuo dell'intensità di dose gamma in aria.

Terremoto Croazia. Aggiornamento monitoraggio Arpav
30/12/2020

Terremoto Croazia. Aggiornamento monitoraggio Arpav

Le misure in continuo di intensità di dose gamma in aria non hanno evidenziato anomalie né a Belluno né a Verona. ARPA Veneto ha una rete di monitoraggio di allerta della radioattività che conduce rilevamenti giornalieri nel particolato atmosferico e misure di dose gamma in aria in continuo, che non segnalano anomalie in corso. Il monitoraggio continuerà regolarmente nelle prossime ore.

Rapporto 2020 di ARPAV sullo stato dell’ambiente in Veneto
30/12/2020

Rapporto 2020 di ARPAV sullo stato dell’ambiente in Veneto

L'assessore all'ambiente della Regione del Veneto Gianpaolo Bottacin: “Utile strumento per governare i processi nella sfida globale per la salvaguardia ambientale”.

Terremoto Croazia. Nessuna anomalia per radioattività, Arpav monitora
30/12/2020

Terremoto Croazia. Nessuna anomalia per radioattività, Arpav monitora

Con riferimento alle scosse di terremoto avvenute in queste ore in Croazia e al possibile interessamento della centrale nucleare di Krsko (Slovenia), va segnalato innanzitutto che ISIN Ispettorato per la Sicurezza nucleare, dopo contatti diretti con l'Agenzia per la sicurezza nucleare slovena, ha constatato che la centrale è stata chiusa precauzionalmente, senza comunque aver rilevato alcun impatto. ARPA Veneto ha una rete di monitoraggio di allerta della radioattività che conduce rilevamenti giornalieri nel particolato atmosferico e misure di dose gamma in aria in continuo, che non segnalano anomalie in corso.

Rapporto sullo Stato dell'Ambiente del Veneto - Anno 2020
30/12/2020

Rapporto sullo Stato dell'Ambiente del Veneto - Anno 2020

Il volume sintetizza lo stato attuale dell'ambiente del Veneto, attraverso 71 indicatori, mettendo in evidenza la variazione, nel tempo, delle matrici ambientali analizzate e le loro possibili evoluzioni future, riservando particolare attenzione agli obiettivi di sostenibilità previsti dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Vi sono inoltre focus su specifici temi d'attualità come le azioni di ARPAV correlate allo studio della pandemia.

Acqua. Pubblicati i rapporti su acque superficiali, sotterranee, di transizione
29/12/2020

Acqua. Pubblicati i rapporti su acque superficiali, sotterranee, di transizione

Arpav pubblica i consueti rapporti annuali sulle acque di fiumi, laghi, laguna e la risorsa idrica sotterranea.

L'evento meteo di lunedì 28 dicembre 2020: neve e vento
29/12/2020

L'evento meteo di lunedì 28 dicembre 2020: neve e vento

Nella giornata di lunedì la regione è stata interessata da un significativo episodio di maltempo, concentrato tra le prime ore e il primo pomeriggio. Il fenomeno più rilevante sono state le copiose nevicate che hanno interessato la montagna fino a tutti i fondovalle, ma che si sono verificate anche sulla pianura centro settentrionale, con accumuli significativi soprattutto sul Vicentino e in misura minore sul Trevigiano. Un altro fenomeno significativo è stato il vento che nella mattinata di lunedì ha soffiato con intensità da tese a forti, con raffiche massime localmente prossime a 100 km/h.

Polveri PM10. Il Veneto torna in allerta zero
28/12/2020

Polveri PM10. Il Veneto torna in allerta zero

Grazie alle condizioni meteorologiche favorevoli alla dispersione degli inquinanti, il Veneto da oggi torna in allerta zero. Il prossimo aggiornamento giovedi 31 dicembre.

Livelli PM10 elevati, ma sono in arrivo condizioni meteorologiche dispersive
24/12/2020

Livelli PM10 elevati, ma sono in arrivo condizioni meteorologiche dispersive

Dalla metà della scorsa settimana, a causa del tempo stabile e della scarsa ventosità, è in atto su tutto il Veneto una situazione di bassa dispersività degli inquinanti atmosferici. La situazione sta, tuttavia, per mutare, a causa dell’arrivo di un modesto impulso perturbato dall’Europa settentrionale, tra la giornata di oggi, giovedì 24 dicembre, e domani

Monitoraggio del manto nevoso. Un previsore del Centro Valanghe di Arabba e i militari del Meteomont in ricognizione aerea
23/12/2020

Monitoraggio del manto nevoso. Un previsore del Centro Valanghe di Arabba e i militari del Meteomont in ricognizione aerea

Il 17 dicembre Renato Zasso, nivologo previsore valanghe del Centro Valanghe di Arabba, ha partecipato ad una ricognizione aerea delle Dolomiti, accompagnando personale del servizio Meteomont-Carabinieri. Il sorvolo ha fornito un'ampia visuale della situazione valanghiva creatasi a seguito delle eccezionali nevicate dei primi di dicembre, con particolare riguardo ai nuovi siti valanghivi dovuti agli schianti di ampie superfici boscate a seguito della tempesta Vaia. L'intervento è stato possibile grazie alla convenzione tra Arpav e il Servizio Meteomont dei Carabinieri.

Le previsioni meteo per il lungo weekend natalizio
23/12/2020

Le previsioni meteo per il lungo weekend natalizio

Da giovedì 24 la pressione tenderà progressivamente a cedere per l'avvicinamento da nord di una saccatura di aria fredda che darà i suoi effetti nella giornata di Natale quando transiterà un rapido fronte freddo sulla regione. Un weekend natalizio inizialmente nuvoloso con qualche precipitazione, seguito da una fase di tempo più asciutto con deciso calo termico. Da lunedì probabile nuovo peggioramento con nevicate anche abbondanti in montagna

Acqua di rubinetto di alta qualità per tutti. La prima iniziativa dei cittadini europei a diventare legge
22/12/2020

Acqua di rubinetto di alta qualità per tutti. La prima iniziativa dei cittadini europei a diventare legge

Il 15 dicembre scorso il Parlamento Europeo ha approvato il testo della nuova direttiva sulle acque potabili. La nuova direttiva sostituisce la datata DIR 98/83/CE e entrerà in vigore 12 giorni dopo la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale Europea, nei primi mesi del 2021. Gli Stati membri avranno due anni di tempo per modificare gli ordinamenti nazionali e conformarsi alla nuova direttiva.

21 dicembre. Giove e Saturno in congiunzione
21/12/2020

21 dicembre. Giove e Saturno in congiunzione

Non è certo la cometa di Natale, ma la stretta congiunzione tra i due pianeti giganti Giove e Saturno dopo le 17 di oggi meriterebbe comunque di essere osservata, cielo sereno permettendo, anche perché una tale vicinanza accade molto di rado. E' uno degli spettacoli del cielo che si osservano con sempre maggiore difficoltà a causa dell'inquinamento luminoso che, illuminando in modo artificiale il cielo notturno, non ci permette di apprezzare, ad esempio, la via Lattea, che nella foto incornicia la scena, visibile solo nelle località più distanti dalle luci di città e paesi.

Inquinamento dell'aria. Torna la criticità per il PM10
21/12/2020

Inquinamento dell'aria. Torna la criticità per il PM10

Negli ultimi giorni i livelli di PM10 hanno cominciato a salire portandosi rapidamente al di sopra del limite giornaliero (50 μg/m3). Nelle zone di San Bonifacio, Legnago, Treviso, Este, Parco Colli, Rovigo, Castelfranco, Cittadella, Piove di Sacco, Mirano, Badia Polesine è stato raggiunto il livello di criticità 1, ovvero 4 (o più di 4) giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero. A San Donà di Piave permane il livello di criticità 1, in considerazione della concentrazione registrata nella giornata di ieri 20 dicembre (67 μg/m3) e delle previsioni meteorologiche e di qualità dell’aria odierne e per i prossimi giorni

Il Centro valanghe Arpav di Arabba h24 per il maltempo sulle Dolomiti venete
17/12/2020

Il Centro valanghe Arpav di Arabba h24 per il maltempo sulle Dolomiti venete

Dal 4 al 9 dicembre sulla montagna veneta si è abbattuto un evento meteorologico eccezionale. A presidiare h24 i meteorologi, nivologi e il personale tecnico del Centro valanghe di Arabba coordinati da Stefano Micheletti, direttore del Dipartimento sicurezza del territorio, anch’egli sul posto. Il presidio ha consentito di sfruttare appieno le potenzialità del Centro fornendo innanzitutto al sistema di Protezione Civile regionale, dalla sala operativa di Venezia ai sindaci di località dolomitiche, così come a tutte le altre autorità, un costante e puntuale supporto tecnico-scientifico alla previsione meteorologica e alla valutazione del pericolo di caduta valanghe sul territorio montano del Veneto.

Azioni sul documento

ultima modifica 03/01/2020 07:30