Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Notizie In primo piano Inquinamento luminoso: continua la collaborazione di ARPAV con scienziati di livello internazionale

Inquinamento luminoso: continua la collaborazione di ARPAV con scienziati di livello internazionale

16/01/2020

Una delle maggiori riviste scientifiche mondiali di astronomia ha pubblicato gli studi sull’impatto dell’inquinamento luminoso sul cielo dell’Altipiano di Asiago del canadese Martin Aubè, uno tra i più influenti scienziati internazionali in materia, che è stato ospite di ARPAV e Università di Padova nel 2017. Partendo dalle sorgenti di luce artificiale, pubbliche e private, presenti sull’Altipiano dei Sette Comuni della provincia di Vicenza, lo studio ricostruisce le mappe dell’inquinamento luminoso del cielo sopra gli osservatori astronomici di Asiago, i più importanti in Italia per strumentazione e attività scientifica.

Le conclusioni sottolineano l’importanza del controllo dell’illuminazione locale attorno agli osservatori per limitare l’inquinamento luminoso, responsabile non solo della perdita della visione del cielo stellato ma anche di alterazioni dell’ecosistema naturale e di interferenza con il funzionamento dell’organismo umano, oltre che fonte di sicuro spreco energetico ed economico.

Simulazione modellistica _ Cima Ekar

Simulazione modellistica dell’inquinamento luminoso del cielo dell’Osservatorio di Cima Ekar


Si noti come nella simulazione l’inquinamento luminoso (evidenziato nei colori giallo e rosso) provenga sia dai paesi dell’Altipiano (Gallio, Asiago, Roana) sia da direzione Sud, e pertanto dalla pianura veneta.

Il cielo sopra l’Osservatorio di Cima Ekar 2019

Il cielo sopra l’Osservatorio di Cima Ekar, dicembre 2019 (foto A. Bertolo)

 

Azioni sul documento

ultima modifica 16/01/2020 16:23